Colpo di teatro … d’avanspettacolo

Condividi su i tuoi canali:

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su email
Condividi su print
Condividi su whatsapp

Talvolta perde l’occasione per tacere ma coglie sempre l’occasione per prendersi la scena, come e più di quando faceva il comico di professione. Che sia una battuta, la sua, alla ricerca del facile effetto, o che sia una reale convinzione, Grillo, nel suo delirio di onnipotenza, bellamente trascura ciò che molti “vecchioni” nell’Umanità, Scienziati, Artisti, Scrittori, Poeti… hanno fatto, alcuni assolutamente senza futuro, perché senza figli né altri discendenti. Tuttavia, a mio avviso qualcosa deve  essere rivisto, per quanto riguarda la composizione del corpo elettorale.

 


“Se togliessimo il diritto di voto agli anziani?” Privare il diritto di voto agli anziani, ovvero eliminare il diritto di voto ad una certa età, per garantire che il futuro sia modellato da coloro che hanno un reale interesse nel vedere realizzato il proprio disegno sociale“. (Dal blog di Beppe Grillo)

Che sia una battuta, la sua, alla ricerca del facile effetto, o che sia una reale convinzione, la proposta di togliere il diritto di voto agli anziani ha destato molto clamore e una ridda di pareri e di critiche.  

L’ineffabile Grillo, peraltro  a sua volta non esattamente un teen-ager, nel suo delirio di onnipotenza, bellamente  trascura e dimentica ciò che molti “vecchioni” nell’Umanità hanno fatto, alcuni assolutamente senza futuro, perché senza figli né altri discendenti… scienziati, artisti, scrittori, poeti… Senza contare poi che buona parte  dei politici stessi attualmente in carica, sia a livello nazionale, sia a livello locale,  dovrebbero, obtorto collo, lasciare prestigiosi incarichi e laute prebende, per raggiunti limiti di età.

A parte ciò, parlo come cittadina elettrice, trovo che sia innegabile comunque la presenza di un problema, legato alla vecchiaia, per quanto riguarda il corpo elettorale nel suo insieme. Dato assai falsato in quanto, fra gli aventi diritto al voto, nelle liste elettorali, compaiono vegliardi che sono ormai da decenni chiusi fra le protettive pareti domestiche, o nelle case di riposo, accuditi 24 ore su 24 da parenti e da personale specializzato, che esprimono il loro voto… ma ce ne sono altrettanti, forse ancora di più, nelle stesse condizioni che, tuttavia, non esercitano da tanto tempo il diritto-dovere di voto.

E poi ci sono gli ammalati, non in condizioni di poter esprimere il voto, infermi gravissimi o terminali o in coma da anni…

Quindi, oltre alla provocazione di Grillo, che a mio avviso sovente perde l’occasione di tacere ma coglie sempre l’occasione per prendersi la scena, come e più di quando faceva il comico di professione, un problema legato alla composizione del corpo elettorale c’è, e anche molto importante.
Nei referendum, come in qualsiasi altra consultazione, il numero dei componenti il corpo elettorale è abbondantemente falsato. Forse sarebbe opportuno, per certi ultranovantenni o ultracentenari, prendere in considerazione l’esclusione dalle liste, quando non esercitano il diritto-dovere del voto da almeno cinque anni. Non è discriminazione, almeno secondo il mio modesto parere, ma una realistica presa di posizione per una realtà destinata, con l’aumento dell’aspettativa di vita e con l’invecchiamento progressivo, sempre più importante.

Impossibile non spendere almeno una parola sulla proposta di abbassare a sedici anni l’età per il diritto di voto: guardatevi attorno, e pensate ai sedicenni con i quali avete a che fare, valutando il loro grado di maturità. Quanto all’incoerenza di portare a sedici anni il voto ma non dare agli adolescenti in questione la possibilità di guidare un’auto, né di poter accedere a determinati ruoli nella società, per esempio essere eletti…  essa si aggiunge alla non breve lista delle incoerenze pregresse, trasversali ai governi, ai partiti e alle fazioni.

Francamente appare difficile da capire.

 

^^^^^^^^^^^^^^^^^^

Come di consueto, qui di seguito presento brevemente il numero on line da oggi. I titoli in grassetto sono link che portano direttamente ai relativi pezzi. Questo per consentire anche a chi ha poco tempo, di poter sfogliare più facilmente il giornale.

Colpo di teatro… d’avanspettacolo

A.D.Z.
Fanno finta di litigare: s’insultano, però alla fine del mese ritirano lo stipendio

Massimo Nardi

Siamo governati da persone non connesse fra loro. Fanno una manovra finanziaria e il giorno dopo litigano. Non vogliono tornare al voto, però, fanno alleanze regionali per spartirsi le poltrone. Siamo comunque bravi, adesso esportiamo anche il caos.

Alleati serpenti

Alberto Venturi

Il Movimento 5 Stelle che presenta emendamenti alla manovra finanziaria che lui stesso, come governo, ha elaborato e proposto, dà l’idea di quali contorcimenti politici, anche se ormai siamo a livello di bipolarismi psichiatrici, viva l’Italia di oggi. 

I Musei Vaticani

La Reine

Uno straordinario appuntamento al CVVV, tema il complesso museale Vaticano che comprende i Palazzi Vaticani, diversi spazi esterni, fra questi i celebri i giardini e i Musei, custodi di preziose opere immortali.

Quando i nodi vengono al pettine

Roberto Gallo
L’attacco della Turchia ai Curdi sembra cogliere di sorpresa il mainstream giornalistico allineato alle “ragioni” che da anni vengono propinate dai Western Powers.

Premio “”Pierangelo Bertoli”” 2019

Corrado Corradi

Tutto esaurito al Teatro Storchi per il Premio “”Pierangelo Bertoli”” giunto alla  settima edizione. Ad aggiudicarsi il Premio, Luciano Ligabue, al quale è andato anche il Premio della Regione Emilia Romagna.

Cipro e l’immigrazione

Eugenio Benetazzo

Lampedusa o Malta vengono chiamate in causa in quanto considerate le uniche locations contigue alle coste africane e per questo direttamente interessate al fenomeno dell’immigrazione senza controlli. Tuttavia vale la pena ricordare che nel Mar Mediterraneo vi è una ter
za isola, molto più grande, una nazione europea a se stante, stranamente mai citata o considerata a livello mediatico. Si tratta di Cipro.

Buona settimana e buona lettura del n. 674 – 362

[ratings]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

In evidenza

Potrebbe interessarti anche...

Ius Scholae

Fratelli d’Italia: “Bonaccini invece di offendere pensi a risolvere i problemi dei cittadini”Mentre imprese e cittadini sono in ginocchio davanti una grave crisi economica, caratterizzata

“PREMIO EMAS 2022”

L’ Ente Parchi Emilia Centrale vince il “Premio Emas 2022” per la dichiarazione ambientale piú efficace a livello nazionale L’Ente Parchi Emilia Centrale ha vinto