Ciclo di incontri di “”auto aiuto”” per uomini separati

Condividi su i tuoi canali:

Il laboratorio, giunto quest’anno al decimo anno dalla prima esperienza, è guidato dal Dott. Franco Boldrini, psicologo-psicoterapeuta; si basa sulla ‘semplice’ condivisione di esperienze di uomini separati che nel confronto reciproco possono trovare aiuto nella ricerca di soluzioni alle loro difficoltà.

 


E’ dedicato agli uomini che si sono separati o si stanno separando, che devono affrontare le difficoltà conseguenti ad un evento che porta spesso a dovere cambiare casa, ad avere difficoltà nell’incontrare i propri figli e più in generale, a riorganizzare, anche sul fronte economico, la propria vita. Si tratta del  laboratorio di incontro e di discussione ‘Self Help’ per uomini separati, a partecipazione gratuita.

Il laboratorio, giunto quest’anno al decimo anno dalla prima esperienza è guidato dal Dott. Franco Boldrini, psicologo-psicoterapeuta si basa sulla ‘semplice’ condivisione di esperienze di uomini separati che nel confronto reciproco possono trovare aiuto nella ricerca di soluzioni alle loro difficoltà

Il gruppo, organizzato quest’anno in collaborazione con CSI e l’Associazione per la Bigenitoralità e la tutela dei minori sottratti ‘Genitori Sottratti’, si svolge in cicli di incontri settimanali, al lunedì sera, alle ore 21, presso la sede del Csi (Centro Sportivo Italiano), in via Caravaggio 71 a Modena. A partire da lunedì 18 marzo.

Il ciclo di incontri, per esigenze organizzative ed operative, richiede la prenotazione

Per info ed iscrizioni Cell. 3393142626 – 3472223158

[ratings]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

In evidenza

Potrebbe interessarti anche...

“Lei non sa chi  sono io”

Quando   qualcuno ritiene che gli siano  dovuti privilegi o cure speciali, impunità compresa, ricorre all’espressione  che ho scelto come titolo e che  può essere declinata

C’era una volta il medico di famiglia

Le decisioni del Governo per accorciare le liste d’attesa, se incideranno relativamente sulla loro lunghezza, sono almeno un segnale d’attenzione alla crisi della sanità italiana. Le opposizioni gridano

La Corsa più bella del mondo 

La Corsa più bella del mondo torna dall’11 al 15 giugno con una cavalcata di 2200 chilometri che le magnifiche vetture costruite fra il 1927 e il 1957 percorreranno in cinque tappe, come da format inaugurato lo