Ci sono persone

Condividi su i tuoi canali:

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su email
Condividi su print
Condividi su whatsapp
Lo scopo non è farci i complimenti reciprocamente, e nemmeno insultarsi. Lo scopo è cercare di imparare, gli uni dagli altri, di informarsi, di collaborare, di credere, comunque in qualcosa.
art. di A.D.Z.

  

 

Ci sono persone che, da quando hanno scoperto Bice, in calce ad ogni loro mail hanno inserito un collegamento al giornale, per farlo conoscere e promuoverne la diffusione.

Ci sono persone che, pur collaborando a testate di rilevanza  nazionale e internazionale, danno il loro apporto prezioso con commenti che sono lezioni di giornalismo e lezioni di politica.

Ci sono persone che si preoccupano della salute di una perfetta sconosciuta della quale leggono un articolo, con qualche vago accenno.

Ci sono persone, imprenditrici impegnate, che riescono a ritagliare una porzione della loro laboriosa giornata dedicandola a Bice, con commenti mai banali, mai scontati, spesso in disaccordo con i vari autori, ma un disaccordo civile, quello che fa confrontare le idee e i pensieri, quello che fa crescere, che suscita lo spirito critico, che insegna sempre qualcosa.

Ci sono persone, di ogni età, e di ogni condizione, che nella loro giornata trovano il tempo per sfogliare idealmente questo piccolo giornale, regalando un po’ del loro  tempo.

Tutte queste persone sappiano che, noi, idealmente collocati dall’altra parte del monitor, accettiamo la loro attenzione e il loro interesse come un dono.

Lo scopo, da questa parte e dall’altra,  non è farci i complimenti reciprocamente, e nemmeno insultarci.

Lo scopo è cercare di imparare, gli uni dagli altri, di informarci, di collaborare, di credere, comunque in qualcosa.

Ad esempio che si possa migliorare il mondo, tanto per iniziare da una cosa facile facile.

Bice ascolta i vostri suggerimenti, accoglie le vostre parole e le amplifica, pubblicandole e portandole a conoscenza di molti.

Soprattutto quando l’informazione riguarda temi trasversali alle ideologie e ai partiti, come i quesiti referendari, ai quali, già dal n. 277,come pure in questo numero,  Bice ha dedicato una pagina, a disposizione di associazioni, politici, cittadini. Un dovere  nei confronti soprattutto di questi ultimi che hanno il diritto a conoscere quanto più profondamente possibile argomenti come quelli oggetto dei referendum, trasversali come si è detto alle ideologie, per poter fare scelte consapevoli e  irrinunciabili.

A queste persone Bice si rivolge, le stesse che ho citato all’inizio dell’articolo.

Ci sono, è vero, anche altre  persone, persone  che inviano quotidianamente commenti che definisco inutili, per decenza. Altre che ostinatamente si dilettano, nascoste dietro due iniziali, a riempire di inutile fango chi ha il grave torto di non andar loro  a genio,inspiegabilmente.

Ma queste persone sono una manciata appena.

Buona settimana e buona lettura del n.278.

 

 

—–

L’immagine di copertina raffigura un esemplare di Pietra Paesina, prosaicamente  composta  di calcare e argilla, con altri minerali accessori, come  ossidi ed idrossidi vari di ferro e manganese.

Ma il risultato è incantevole, con  i vari componenti danno vita a veri minuscoli paesaggi, misteriosi e sorprendenti.

 

[ratings]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

In evidenza

Potrebbe interessarti anche...