CHIUSURA PUNTO NASCITE, DONNARUMMA (LEGA): “ORA BASTA, CHIUSURA VERGOGNOSA”

Condividi su i tuoi canali:

In merito ai recenti sviluppi sulla chiusura del punto nascite dell’Ospedale Santa Maria Bianca, il Segretario della Lega Mirandola, replica come segue:

Ma quale sospensione? Il Partito Democratico – che ha goffamente provato a negare a più riprese – e l’Ausl hanno decretato arbitrariamente, senza nemmeno attendere l’atteso parere del Governo, la chiusura del punto nascite di Mirandola. Un vero e proprio “raid”, eseguito esattamente come i ladri nelle ore notturne ed effettuato in una modalità poco istituzionale, divenuto necessario dopo che il Conigliere Guglielmo Golinelli aveva fatto cadere tutte le maschere nei giorni scorsi.

Oltre al danno, la presa in giro. Nel comunicato dell’Azienda sanitaria si parla di “sospensione a tempo indeterminato”: un curioso artificio retorico, creato all’unico scopo di evitare al Partito Democratico un ingombrante imbarazzo alle pendici di un congresso che vedrà l’attuale Presidente della Regione Emilia Romagna Stefano Bonaccini- che tanto si è riempito la bocca di promesse sull’ospedale di Mirandola e sulla sanità pubblica locale- salire alla direzione del PD.

Non mi stupisco, infatti, del silenzio assordante dei vertici della Regione che, dopo anni di falsi proclami, si ritrovano ora costretti a dover giustificare scelte totalmente opposte alle promesse fatte anche nelle ultime elezioni. Siamo stanchi di essere presi in giro e di essere trattati come cittadini di seconda importanza. Già un anno fa, nell’ultimo consiglio comunale aperto sulla sanità, chiesi di dichiarare apertamente quale futuro attende il Santa Maria Bianca.

La chiusura vergognosa del punto nascite rappresenta solamente una delle tante mosse che di questo passo, pezzo dopo pezzo, porteranno alla chiusura definitiva del nosocomio, creando un danno per l’intera cittadinanza del tutto immisurabile. Regione e AUSL smettano allora di nascondersi e abbiano il coraggio di comunicare a tutti quale futuro ci attende. In questa battaglia, in cui la Lega è stata lasciata sola, occorre dedicare un cenno doveroso al comportamento del Sindaco Alberto Greco che, a differenza della passività di altri sindaci, si è dimostrato un valido difensore della propria comunità, facendo barricate per l’Ospedale del distretto. Mirandola paga il conto salato frutto di errori di programmazione evidenti commessi dalla Regione e da suoi Dirigenti Ausl: a farne le spese come sempre, saranno i cittadini che, oltretutto, si ritrovano presi in giro da chi li dovrebbe tutelare.”


Marco Donnarumma –

Consigliere Comunale e Segretario Lega Mirandola

[ratings]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

In evidenza

Potrebbe interessarti anche...

Gettare il sasso e nascondere la mano…

È un copione assai noto: c’è chi lancia pubblicamente un metaforico sasso, offendendo, insinuando, accusando… in modo voluto e inequivocabile, qualcuno e poi, vigliaccamente, nega

Appunti sulle Amministrative

ASTENSIONISMO All’appello dei votanti manca la metà degli aventi diritto… e stiamo parlando di votare per la propria città, non solo per la lontana Europa.