Chiediamo dazi per proteggere i nostri prodotti che non possono competere con quelli orientali

Condividi su i tuoi canali:

FINALE EMILIA - Lorenzo Biagi, 18 anni, candidato sindaco sotto i colori della Lega Nord entrerà comunque nella storia, anche se i risultati elettorali non dovessero premiarlo.

Lorenzo,ha accettato di candidarsi  pochi minuti prima della scadenza della presentazione delle liste perché il candidato designato si era defilato per alcune telefonate minatorie.

 Lorenzo, a 18 è una bella scommessa provare a candidarsi per governare.

 

 «Sono sempre stato appassionato di politica. Sono residente a Bologna ma studio e frequento Finale da sempre. Ho quindi scelto di correre nel mio paese, anche per prendere contatto diretto con il mondo politico di un centro importante ma ancora a misura d’uomo».

 

 Hai qualche preoccupazione particolare?

 

 «E’ chiaro che alla mia età non è facile essere credibili di fronte alle persone adulte e non lo sarà nemmeno andare a sedere intorno ad un tavolo di trattativa. Per me però è tutta esperienza, anzi vorrei lanciare una proposta agli altri due candidati: perché non organizzare un dibattito pubblico con tutti e tre presenti? Sarebbe una forma di trasparenza verso i cittadini».

 

 Da un’analisi del Censis emerge che il Nord economico si può rilanciare a condizione che si agganci al sistema Italia nella sua completezza. Una Lega Nord quindi fuori dall’attualità politica ed economica quando parla di Nord e Padania  liberi?

 

«Io preferisco dire che chi ha la forza e le capacità tira. Non possiamo fare ragionamenti generali. Il Paese ha dei problemi ma la Lega questi problemi ha sempre cercato di risolverli. Quindi non credo possa esistere uno scenario politico in cui non esista più il mio partito. Noi lavoriamo per garantire all’Italia un futuro positivo, cercando di tutelarla dalle invasione economiche dei paesi emergenti come la Cina. Chiediamo dazi per proteggere i nostri prodotti che non possono competere con quelli orientali per i prezzi. Ok la nicchia ma la mia sensazione è che gli italiani si stiano impoverendo mentre i prodotti di nicchia costano sempre di più. E poi la legalità è sempre stato un nostro cavallo di battaglia».

 

Legalità. Forse è l’aspetto più palese che vi contraddistingue nel programma elettorale.

 

 «Noi diciamo no con forza alla possibile costruzione della moschea, così come siamo assolutamente contrari alla consulta degli immigrati. Sono questi i due aspetti decisivi del nostro programma, questioni che ci vedono in una posizione diametralmente opposta anche al resto della Cdl che invece pare possibilista».

 

Si parla sempre più spesso di tagli agli sprechi. Chi li deve fare?

 

 «A livello nazionale mi pare che il Polo ci abbia provato. Noi seguiamo questa linea di condotta: più soldi da investire sul paese, a partire dai giovani imprenditori, passando per le giovani coppie e le iniziative per rivitalizzare Finale. I servizi agli anziani sono indispensabili e qui non si può parlare di politiche di centrodestra o centrosinistra, qui è un’esigenza di tutti gli italiani. Tornando nel nostro piccolo siamo convinti che gli sprechi partano fin dalla Giunta comunale: infatti proponiamo di ridurre gli assessori da 7 a 5. Soldi risparmiati che andrebbero a favore del paese».

 

Ultima domanda: se dovessi vincere le elezioni- Tra sei mesi una persona passa per Finale, quale sarà la prima cosa che gli balzerà all’occhio e che dimostrerà la tua vittoria?

 

 «Beh, tutti quei parcheggi a pagamento sinceramente mi sembrano
eccessivi…».

[ratings]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

In evidenza

Potrebbe interessarti anche...

Fiera di San Rocco 2022

Dal 12 al 16 agosto: cinque giorni di festa, spettacoli e tanto cibo, ad ingresso gratuito! Ecco in arrivo la ultracentenaria Fiera di san Rocco,

Corso per Clown Dottori

Si parte a ottobre, ma gli incontri di presentazione del corso sono previsti il 6 e il 10 settembre L’associazione Dìmondi Clown organizza, a partire