Chiediamo a gran voce l’intervento dell’esercito!

Condividi su i tuoi canali:

None

I cittadini di Sassuolo stanno assistendo impotenti ad una serie di avvenimenti molto gravi che hanno come teatro l’ormai famoso quartiere Braida. Alcuni giorni addietro, una bomba ha divelto le vetrate dell’Ufficio Entrate, un paio di giorni dopo l’ennesima megarissa con feriti da accoltellamento ad un centinaio di metri di distanza. Questi sono episodi inquietanti che la dicono lunga sulla situazione che si è venuta a creare e che ormai è sfuggita a qualsiasi controllo.
A poco sono valse le rassicurazioni che il Sindaco Graziano Patuzzi  ha cercato di dare a un’interrogazione consigliare sulla sicurezza presentata dalla Lega Nord alcune settimane fa. Si è sforzato di fare credere che la situazione è migliorata. I fatti però dimostrano il contrario! I cittadini ormai non hanno più fiducia nell’attuale amministrazione che si sforza costantemente di descrivere una situazione che non è reale in quanto forse sottovalutata o forse non conosciuta a fondo. A poco vale l’insediamento della nuova commissione formata da esperti che dovrebbero indicare le vie da seguire per un controllo e mantenimento della sicurezza sul territorio. In una riunione dei primi di luglio il presidente ha velatamente sollecitato azioni di repressione verso i malavitosi e spacciatori che operano nella zona ci si trova quindi in una situazione ormai impossibile da gestire in quanto il responsabile della sicurezza Graziano Pattuzzi, Sindaco di Sassuolo, sembra non essere in grado di controllare e gestire una situazione delicata e sottovalutata. Dovrebbe, a nostro avviso, fare maggiore pressione sui vertici delle forze dell’ordine e dell’istituzione affinché vengano intraprese azioni di prevenzione e controllo come quelle che si sono viste solo in campagna elettorale.“Tolleranza  zero” è quello che serve per contrastare spacciatori e malavitosi. L’integrazione non è possibile se non si isolano e non si allontanano questi loschi personaggi. Riteniamo ormai che vado sempre più delineandosi l’idea che solo l’intervento dell’esercito aiuterebbe a riportare la situazione alla normalità. Tali intervento non deve essere inteso solo a scopo repressivo, ma dovrebbe essere un supporto a Carabinieri, Polizia e Polizia Municipale impegnati nei controlli. Tale supporto darebbe sicurezza alle forze dell’ordine che non si sentirebbero più abbandonate a se stesse e che opererebbero con più tranquillità e incisività sul territorio. Vale la pena non lasciare niente di intentato per garantire ai cittadini la tranquillità e la sicurezza invocata da tutti. Sassuolo non ci sta a consegnarsi in mano alla mafia agli spacciatori e ai malavitosi in generale. Sassuolo è abitata da cittadini che hanno costruito il loro benessere con il lavoro delle proprie mani  quindi meritano rispetto anche da chi sta seguendo altre strade per raggiungere la ricchezza e forse anche il potere.

 

capogruppo consigliare Lega Nord Padania Sassuolo



 

 

[ratings]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

In evidenza

Potrebbe interessarti anche...

SASSUOLO ANTIQUARIATO VINTAGE

Un weekend in cui il “tradizionale” mercato dell’antiquariato del primo sabato del mese in piazza Garibaldi raddoppia. Si svolgerà, infatti, sabato 3 e domenica 4