Cercare lo scontro e avvelenare gli animi

Condividi su i tuoi canali:

Questa pare essere la logica imperante che segue certa stampa amica e l’atteggiamento di alcuni Ministri formato sud-americano. Sembra che ai sondaggi il popolo italiano si piaccia ami sempre inveire imbufalito contro qualcuno


  Botte a chi è contro il burqa :  da Il Giornale del 21 settembre 2009, pag. 1di Vittorio Feltri  

L’episodio in sé non è tragico, ma molto grave per il suo significato paradigmatico della situazione. Altro che integrazione e società multiculturale predicata da chi ha la testa nelle nuvole; siamo all’allarme rosso. Tre o quattro giorni orsono un cuoco marocchino ha ucciso a coltellate la figlia diciottenne colpevole di essere fidanzata con un cittadino italiano e di vivere alla occidentale; e ieri, tanto per gradire, l’onorevole Daniela Santanchè è stata malmenata perché, al teatro Ciak (Milano), dove era in corso la cerimonia di fine Ramadan, protestava pacificamente contro il burqa indossato da numerose donne islamiche.

 

Ma con questa notizia in prima pagina cosa vuole dimostrare il direttore Feltri?  Che verità nascosta  ci vuole mai diffondere  con questo suo editoriale?

Fatemi capire: In Milano, dunque non si parla di Orgosolo o di La Paz ma proprio di Milano, nella capitale morale della peninsula italica governata dal cav. Silvio Berlusconi: con Bobo Maroni Ministro degli Interni suo coadiuvante; proprio a Milano con Roberto Formigoni governatore in Regione Lombardia; nella Milano con Letizia Moratti Sindaco; Vittorio Feltri ci incensa una ex onorevole parlamentare, a nome  Daniela Santanchè, per il suo coraggio mostrato nel denunciare e contrastare o impedire le violazioni della legge in via Ciak da parte di musulmani.

Pensavo che il ruolo di avvocato castigante i fuori legge fosse proprio del Ghedini on. Niccolò, ma la verità del giorno come vedo è ben altra:

Per questo , seguendo questa logica mi pare di aver capito che anche non rispettare i limiti di velocità, che poi ogni anno sono la causa di tanti morti sulle nostre strade, rappresenta  una chiara violazione alla legge.

Per questo, visto il persistere di questa inaudito e pericolosissimo malcostume da parte di molti  autisti incoscienti e incuranti delle leggi vigenti, ho deciso di intervenire.

Avrei deciso di stoppare questi impuniti o lungo la tangenziale di Modena o in quella di Milano per distribuire loro volantini e protestare pacificamente contro questi irrispettosi dei limiti alla velocità!

Sicuramente il Feltri non mi dedicherà, come ha fatto con la Santanchè, un suo editoriale di plauso, ma probabilmente come scriverebbe qualche suo giornalista direbbe il Giornale di Vittorio Feltri

Anche un ipodotato mentale riesce ad afferrare il concetto che così operando potrei essere fermato per manifesta pazzia o per turbativa dell’ordine pubblico.

Anche se  non ho ben  capito, grazie a quanto sostiene in questo suo editoriale a chi spetta fare applicare le leggi, secondo il nuovo direttore del Giornale Evidentemente, limite mio, qualche cosa mi sfugge!

(continua)

 

[ratings]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

In evidenza

Potrebbe interessarti anche...

Fiera di San Rocco 2022

Dal 12 al 16 agosto: cinque giorni di festa, spettacoli e tanto cibo, ad ingresso gratuito! Ecco in arrivo la ultracentenaria Fiera di san Rocco,

Corso per Clown Dottori

Si parte a ottobre, ma gli incontri di presentazione del corso sono previsti il 6 e il 10 settembre L’associazione Dìmondi Clown organizza, a partire