CENTRI ESTIVI, PER I VOUCHER DOMANDE FINO ALL’11 GIUGNO

Condividi su i tuoi canali:

None

 

Prorogato il termine per richiedere i contributi destinati alle famiglie con basso reddito che iscrivono alle attività estive i figli da 3 a 36 mesi di età

 

È prorogato all’11 giugno il termine per richiedere i voucher erogati dal Comune di Modena alle famiglie a basso reddito che iscrivono i figli di età compresa fra 3 e 36 mesi ai centri estivi gestiti dai soggetti iscritti all’albo comunale.

Cento i voucher del valore di massimo 85 euro ciascuno che saranno assegnati a bambini residenti a Modena e appartenenti a nuclei familiari il cui valore Isee non sia superiore a 16.255 euro e i cui i genitori (o il solo presente) siano al lavoro per non meno di 20 ore settimanali. Il voucher è riferito a un periodo d’iscrizione al centro estivo di una settimana e ciascun bambino può beneficiare al massimo di tre voucher.

Le domande di contributo si possono presentare collegandosi al portale dell’Istruzione (www.comune.modena.it/istruzione) e compilando l’apposita form on line oppure recandosi di persona all’ufficio Centri estivi presso il Settore Istruzione di via Galaverna 8 (lunedì, mercoledì e giovedì dalle 8.30 alle 13; lunedì e giovedì anche dalle 14.30 alle 18).

Tra le 12 proposte per i piccoli dei nidi, le 21 pensate per la fascia d’età della scuola d’infanzia e le 23 per i più grandicelli delle primarie, sono complessivamente 56 i centri estivi promossi dai gestori iscritti all’albo costituito dal Comune di Modena, tra cui potranno scegliere quest’anno le famiglie modenesi. L’8 giugno prenderanno il via i centri estivi per i bambini che frequentano le elementari, il 29 giugno per i bambini della scuola d’infanzia e l’1 luglio inizieranno anche i piccoli del nido.

[ratings]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

In evidenza

Potrebbe interessarti anche...

Chi sporca, paga

O, almeno, così dovrebbe essere. Il sacro diritto al dissenso e alla protesta, che nessuno si sogna di negare, non deve sconfinare oltre i limiti.

Prepararsi a diventare vecchi

Un sacerdote, in un’omelia rivolta a un gruppo di settantenni, ha invitato a ‘prepararsi a diventare vecchi’ e la prima reazione: intanto vecchio bisogna riuscire

“Tutta un’altra aria”

È questo il titolo del convegno nel quale, i ricercatori di CNR-ISAC, ART-ER, PRO AMBIENTE e del Dipartimento di Ingegneria “Enzo Ferrari” di ingegneria sanitaria