Catena umana alla Bruciata

Condividi su i tuoi canali:

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su email
Condividi su print
Condividi su whatsapp
None

Sabato 8 Marzo in occasione della festa della donna, la Comunità  Papa Giovanni XXIII, organizzerà un’azione non-violenta contro la  prostituzione schiavizzata, rappresentata da una catena umana, nella  zona della Bruciata di Modena alle ore 21.30 presso il  luogo dove  si trovano moltissime donne giovanissime vittime del racket,  sfruttate per la prostituzione.

Il grado di civiltà di un popolo si misura dalla  dignità della  donna, da quanto viene difesa e tutelata in quanto donna e madre.  Nessuna donna nasce prostituta ma c’è sempre qualcuno che ce la fa  diventare.

 

Il mercato della prostituzione schiavizzata si sta espandendo notevolmente a causa della crescente domanda e delle organizzazioni  criminali dove i magnaccia vengono scarcerati subito e spesso  riescono con il patteggiamento a trascorrere neanche un giorno di prigione.

 

L’esperienza pluriennale della nostra associazione dimostra  concretamente che e’ possibile liberare le ragazze dalle strade  punendo i clienti in quanto sono colpevoli alla pari degli  sfruttatori. E’ un atto di giustizia vietare la prostituzione in  quanto e’ un male come afferma la convenzione dell’Onu del 1951 n.  317 che l’Italia ha fatto propria con la legge n. 1173 del 1966  entrata in vigore nel 1980. La stessa convenzione dichiara  nell’art.1, comma 2 che “”deve essere punito chiunque sfrutta la  prostituzione di una persona anche se consenziente””.

All’evento del 8 Marzo sono invitati tutti coloro che vorranno  trascorrere un sabato sera diverso a sostegno della dignità umana,  sicuri che anche Don Oreste sarà lì con noi in catena a stringere la mano, nei luoghi dove in prima persona ha tanto lottato per la  liberazione degli schiavi, confermando nuovamente che la battaglia  della Associazione Papa Giovanni continua.

Il grido di don Oreste Benzi si aggiunge dal cielo al nostro profondo convincimento: siamo fermamente contrari ai quartieri a luci rosse, alle cooperative di prostitute, alle locazioni di  immobili, all’affitto di camere d’albergo dove si possa esercitare la prostituzione e a qualsiasi forma di mercificio della persona.

La prostituzione e il male che l’accompagna sono una minaccia per la donna, la famiglia e la società e della festa della donna, la Comunità  Papa Giovanni XXIII, organizzerà un’azione non-violenta contro la  prostituzione schiavizzata, rappresentata da una catena umana, nella  zona della Bruciata di Modena alle ore 21.30 presso il  luogo dove  si trovano moltissime donne giovanissime vittime del racket,  sfruttate per la prostituzione.

Il grado di civiltà di un popolo si misura dalla  dignità della  donna, da quanto viene difesa e tutelata in quanto donna e madre  Nessuna donna nasce prostituta ma c’è sempre qualcuno che ce la fa diventare.

Per questo ci ritroveremo l’8 Marzo con  un forte segno e gesto di  solidarietà e giustizia in cui decine di persone si terranno per mano tra prostitute e clienti. Persone che si stringeranno la mano  con l’intento di interporsi tra chi compra e chi è costretto a vendere il proprio corpo

Una catena umana che ha l’intento di dividere per liberare; un gesto  concreto teso a salvare le giovani e giovanissime vittime che ogni  giorno sono sfruttate per mano di feroci criminali, tenute  incatenate, per soddisfare i perversi desideri sessuali di milioni  di clienti italiani. Nel giorno dedicato alla donna  l’Associazione Comunità Papa Giovanni XXIII vuole denunciare ancora una volta  l’indifferenza di coloro che pur sapendo fanno finta di non sapere.

sono all’origine di tante forme di violenza. Invitiamo tutte le donne a scendere in strada per mettersi dalla parte delle donne vittime di violenze e ingiustizie. Le donne vengano a mettersi dalla parte di chi soffre affinchè la festa della  donna diventi un vero segno di speranza per quelle oltre 100.000  donne schiavizzate e sfruttate dai maschi italiani.

 

L’animatore generale del servizio Antitratta

Roberto Gerali  per info: 348.2488130

Numero verde 800132293

 

Il Responsabile Generale

 

[ratings]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

In evidenza

Potrebbe interessarti anche...