Categoria: 784 – 476 25 gennaio 2022

784 - 476 25 gennaio 2022
Ugo Volpi

Voterei Rosy Bindi

Da lei mi sentirei garantito e Draghi potrebbe continuare a fare il Primo Ministro, senza mettere in subbuglio il Governo, senza arrivare alle elezioni anticipate e senza il rischio di affidare l’Italia a due tecnici: uno al Colle e un sostituto di Draghi altrettanto tecnico a Palazzo Chigi, decretando la morte della politica.

Leggi tutto »
784 - 476 25 gennaio 2022
Marco Danieli

La riforma del ruolo del medico di famiglia in dirittura d’arrivo

Sta andando in porto l’accordo fra il Ministero della Salute e le Regioni per la riforma del ruolo del medico di famiglia. Queste le linee concordate cui  seguirà  il via finale da parte della Conferenza dei Governatori. Poi partirà l’iter per la riforma complessiva da parte del Ministero.

Leggi tutto »
784 - 476 25 gennaio 2022
Bulldog

La guerra è ai confini europei, dobbiamo realizzare quell’Unione voluta dai Padri Fondatori

Il Generale Graziano, è uno dei militari più noti e competenti d’Italia ha a disposizione: ha guidato missioni internazionali in Mozambico, in Libano, in Afghanistan; è stato al vertice delle nostre Forze Armate. Oggi è alle dirette dipendenze del “ministro degli Esteri” europeo, lo spagnolo Sepp Borrell, e presiede un Comitato dove siedono tutti i vertici delle forze armate dei 27 Paesi dell’Unione. 

Leggi tutto »
784 - 476 25 gennaio 2022
Alberto Venturi

L’ Emilia-Romagna terra di mafia

È ormai fuori tempo e fuori luogo la risposta data per oltre cinquant’anni, da quando nella nostra provincia cominciarono ad arrivare in soggiorno obbligato, uomini delle mafie che approfittarono per gettare le basi di una ragnatela che si è sempre più allargata, approfittando della convinzione diffusa che l’Emilia-Romagna ha gli anticorpi per difendersi e la presenza della malavita sarà sempre episodica e mai strutturale.

Leggi tutto »
784 - 476 25 gennaio 2022
A.D.Z.

Non è più tempo…

… per le polemiche senza costrutto, per i rimpalli di responsabilità, per le vuote ciance, per le frasi di circostanza, per il cordoglio di maniera. Non è più tempo per dire ”non si può morire di lavoro” e non fare abbastanza per impedire che queste morti si succedano, allungando inesorabilmente e intollerabilmente l’elenco delle “morti bianche”.

Leggi tutto »
In Evidenza

Articoli popolari