Categoria: 706 – 396 16 giugno 2020

706 - 396 16 giugno 2020
Alberto Venturi

L’altra faccia della medaglia non la scegliamo noi

Teniamoci i segni negativi del passato come cicatrici del cammino percorso; non a caso stiamo difendendo Auschwitz contro chi vorrebbe dimenticare. Facciamo nostro il metodo del rispettare ciò che i padri ci hanno lasciato, usando i nostri occhi per guardarlo nel modo più coerente con i nostri principi; costruiamo e non abbattiamo; arricchiamo e non impoveriamo; piantiamo alberi e non spianiamo deserti. Non diamo occasioni a chi voglia un domani cancellare noi e i nostri valori.

Leggi tutto »
706 - 396 16 giugno 2020
A.D.Z.

La dittatura del politicamente corretto

In suo nome, si mortifica la lingua, si cancella la Storia, si annientano tradizioni, si abbattono monumenti, si mutilano opere letterarie…Ci si accontenta di annientare il passato, di frantumare ogni vestigia di esso, quello che si disprezza  e quello che neppure si conosce, talvolta. E le conquiste per le quali davvero si dovrebbe combattere, quali la dignità di ogni essere umano, la condanna della violenza, l’uguaglianza di fronte alla legge, rimangono tristemente al palo. E la cieca ferocia dimostrata dalla folla globale segna un ulteriore regresso dell’Umanità.

Leggi tutto »
706 - 396 16 giugno 2020
Paolo Danieli

L’anima sociale della destra

Abbiamo sempre convenuto, pur riconoscendo l’obsolescenza di tali categorie di fronte ai nuovi assetti mondiali, che sono ancora necessarie nella comunicazione politica. Ragione per la quale tutti continuano ad utilizzarle.Ciò non toglie però che a “destra” qualcosa vada “registrato” in una nuova prospettiva politica.

Leggi tutto »
706 - 396 16 giugno 2020
Massimo Nardi

Continuano a raccontare delle panzane

Tutti a mangiare a Villa Doria Pamphili. Abbiamo pagato Colao per fare che cosa? Il rilancio parte dalla soppressione del contante. Siamo alla frutta, no, forse neanche quella, all’italiano costa troppo.

Leggi tutto »
706 - 396 16 giugno 2020
Eugenio Benetazzo

Patrimoniale rimandata

La nuova paura degli italiani si chiama imposta patrimoniale. Dopo i mesi di lockdown e di preoccupazioni per il Covid 19 vediamo  se in questo momento vi sono i presupposti per un suo concepimento. Sul piano politico sappiamo che nessuno dei partiti al governo è disposto ad avallare questa ipotesi in quanto produrrebbe un suicidio politico,benchè con finalità emergenziali e straordinarie.

Leggi tutto »
In Evidenza

Articoli popolari

Leva obbligatoria

La politica italiana gioca ai soldatini senza nemmeno sapere le regole del gioco. La politica italiana conferma la sua impreparazione sui temi militari e questa