“”CASO-BIBBIANO, LA COMMISSIONE SENTA IMMEDIATAMENTE QUESTE 10 PERSONE””

Condividi su i tuoi canali:

None
 
 

Gentile Giuseppe Boschini, presidente della Commissione d’inchiesta regionale sui fatti della Val d’Enza, 

come membro della Commissione appena insediata sono costretto a ribadirle anche formalmente la mia totale contrarietà rispetto alla decisione del Pd, partito che lei rappresenta, di escludere il centrodestra dall’ufficio di presidenza. Una scelta che credo possa pregiudicare lo svolgimento dei lavori e che getta una luce equivoca sulle reali intenzioni della maggioranza di far chiarezza sullo scandalo vergognoso che sta emergendo dall’inchiesta Angeli e Demoni.

 

L’impressione da molti rilevata è che il Pd su una questione così delicata abbia deciso di diventare controllore di se stesso.

Infatti, escludere Lega, Forza Italia e Fratelli d’Italia significa ad oggi escludere un centrodestra che, in base alle ultime elezioni europee, rappresenta la maggioranza relativa degli elettori emiliano-romagnoli: non certo una buona partenza rispetto all’obiettivo di un lavoro comune e super partes che lei stesso si è dato nel momento della elezioni.

Ora, in ogni caso la Commissione esiste e spero che i membri di centrodestra che ne fanno parte possano almeno esercitare in  modo pieno i diritti e doveri che la legge consente loro. In qualità di capogruppo di Forza Italia in Regione, alla luce di questa premessa, chiedo immediatamente vengano sentiti alla prima riunione utile alcuni personaggi chiave di questa vicenda. Al di là della possibilità di sentire gli stessi indagati, chiedo vengano invitati in Commissione:

  1. Roberta Mori, consigliere regionale Pd e coordinatrice nazionale degli Organismi di pari opportunità regionali
  2. Pablo Trincia, giornalista autore dell’inchiesta Veleno 
  3. Luigi Costi, ex sindaco di Mirandola
  4. Mauro Imparato, psicologo ed ex giudice onorario del tribunale dei minori
  5. Paola Tognoni, vicesindaco di Bibbiano e sindaco in pectore dopo la sospensione di Carletti
  6. Cinzia Magnarelli, assistente sociale pentita, indagata ma già intervistata da diversi media
  7. Marcello Burgoni, già direttore del Servizio Minori dell’ASL di Mirandola
  8. Carlo Giovanardi, ex sottosegretario alla famiglia
  9. Gloria Soavi, presidente Cismai
  10. Monica Michele, vicepresidente Cismai

 

 
[ratings]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

In evidenza

Potrebbe interessarti anche...