Casamonica in tv, Vaccari “Basta spettacolarizzare la mafia”

Condividi su i tuoi canali:

None

 

Dichiarazione del senatore Stefano Vaccari, componente della Commissione Antimafia

 

Il senatore modenese del Pd Stefano Vaccari, componente della Commissione Antimafia, esprime preoccupazione per la comparsata di alcuni esponenti del clan Casamonica alla trasmissione Porta a Porta e appoggia la proposta del capogruppo Pd Mirabelli di audire in Commissione i vertici del servizio pubblico radio-televisivo e dell’Ordine dei giornalisti. Ecco la sua dichiarazione:

 

 

“Non si può offrire una platea televisiva come quella del primo canale Rai a una famiglia mafiosa. Non c’è diritto di cronaca che giustifichi quanto accaduto ieri sera a Porta a Porta, puntata che, peraltro, arriva dopo ripetute apparizioni di appartenenti al clan Casamonica anche in altre trasmissioni televisive. I Casamonica non sono i “Soprano”: non siamo in una fiction, questa, purtroppo, è la realtà. Una realtà fatta di connivenze, sopraffazioni, intimidazioni e metodi mafiosi. Basta spettacolizzare la mafia: il rischio reale è che una parte del pubblico, quello meno attento, possa vedere solo il lato folcloristico del clan e sottovalutarne la pericolosità. Ha fatto bene, quindi, il capogruppo Pd in Commissione Antimafia Franco Mirabelli a chiedere che vengano auditi in Commissione i vertici del servizio pubblico radio-televisivo e dell’Ordine dei giornalisti. Bisogna interrogarsi su come procedere su questi temi, salvaguardando il diritto all’informazione, ma senza per questo offrire indebite platee a esponenti della criminalità organizzata”  

 

 

 

 

[ratings]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

In evidenza

Potrebbe interessarti anche...

Fiera di San Rocco 2022

Dal 12 al 16 agosto: cinque giorni di festa, spettacoli e tanto cibo, ad ingresso gratuito! Ecco in arrivo la ultracentenaria Fiera di san Rocco,

Corso per Clown Dottori

Si parte a ottobre, ma gli incontri di presentazione del corso sono previsti il 6 e il 10 settembre L’associazione Dìmondi Clown organizza, a partire