Carpi: il Comune continua a non rispondere al Codacons

Condividi su i tuoi canali:

None

Accesso agli atti disatteso dal comune, cosa c’è dietro questo silenzio…qualcuno ha qualcosa da nascondere?  

In giugno l’Avv. Alessandra Magnani del collegio legale del CODACONS inoltrò una raccomandata indirizzata al Comune di Carpi, per ottenere una risposta semplice semplice:

 “Con la presente Vi si richiede di provvedere, con cortese sollecitudine, al rilascio di copia della documentazione dalla quale si evinca quale è la società attraverso cui Vi sarà possibile sperimentare gratuitamente l’apparecchiatura denominata T-Red per un periodo di due mesi, senza alcun costo od onere organizzativo e gestionale a carico del Comune di Carpi e dell’Unione, come si evince dalla delibera di giunta, in oggetto indicata”.

A tale domanda il Comune di Carpi non ha mai voluto rispondere. Ha provveduto invece ad inviare al CODACONS una inutile copia di una delibera comunale, ma non il nome della società.

Nelle prossime ore invieremo una nuova richiesta e, se anche questa verrà disattesa, ci rivolgeremo alla Magistratura preposta a tale competenza, per conoscere finalmente il nome di questa misteriosa società.

v. Presidente Regionale CODACONS

 

[ratings]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

In evidenza

Potrebbe interessarti anche...

SASSUOLO ANTIQUARIATO VINTAGE

Un weekend in cui il “tradizionale” mercato dell’antiquariato del primo sabato del mese in piazza Garibaldi raddoppia. Si svolgerà, infatti, sabato 3 e domenica 4