Caos nelle liste d’attesa per l’iscrizione alle Scuole Medie modenesi

Condividi su i tuoi canali:

None

Oggetto: caos nelle liste d’attesa per l’iscrizione alle Scuole Medie modenesi; quello che era facile prevedere è accaduto; a Natale alcuni studenti avevano già un banco, oggi, a due mesi di distanza  molti altri non hanno neppure l’illusione di quel banco.

 

Le iscrizioni nelle scuole medie si possono prevedere con anni di anticipo a meno di arrivi improvvisi di decine e decine di “Nuovi” arrivi; di chi la colpa di questo caos?

                                                                     Premesso

che l’istituzione del meccanismo degli Istituti comprensivi aveva già sollevato molte proteste e preoccupazione nelle famiglie modenesi già in occasione delle iscrizioni per l’anno 2016/2017 e che queste preoccupazioni erano state sedate affermando che eventuali disguidi sarebbero stati solo temporanei e legati ai primi periodi di rodaggio;

                                                                    sottolineato

che ad un anno di distanza quelle preoccupazioni si sono rivelate fondate e, anzi!, si sono dimostrate inferiori al caos in cui stanno versando le scuole modenesi, tanto è vero che il termine per la chiusura delle iscrizioni, previsto entro il 6 febbraio 2017 è abbondantemente trascorso senza soluzioni;

                                                                       rilevato

che questi disservizi sono legati ad una scarsa o errata programmazione degli ingressi, e a quella che pare essere una differente comportamento nel confronto degli allievi provenienti dalla scuola paritaria

                                             s’interroga l’Amministrazione per sapere:

  1. per quale motivo una parte degli allievi ha conosciuto le proprie destinazioni già a dicembre 2016 mentre un altra parte, si parla di numeri rilevanti ben maggiori alle 100 unità, alla fine di febbraio non sa ancora quale sarà il proprio “destino scolastico”;
  2. se è a conoscenza dei rilevanti disagi ai quali andranno incontro le Famiglie, specialmente quelle con più figli in età scolare, che al mattino e per anni, dovranno barcamenarsi tra Istituti scolastici diversi e distanti da quelle che avrebbero dovuto essere le reali destinazioni secondo lo stradario;
  3. come valuta quella che appare essere, in tutta evidenza, un’evidente penalizzazione, voluta?, per coloro che proveniendo da scuole paritarie vengono di fatto danneggiati rispetto a coloro che proveniendo dallo stesso plesso scolastico vengono avvantaggiati in un non convincente meccanismo di premialità insito nel progetto di “Istituti Comprensivi” (dalla culla all’Università…).

                                                Date queste riflessioni

  1. vorremmo sapere come si è potuto creare questo caos che era facile prevedere con un minimo di programmazione visto che le nascite, a quel che ci risulta, avvengono con anni di anticipo e che non possono essere stravolte se non con un immigrazione incontrollata di ragazzi in età scolare;
  2. di chi è la responsabilità di questo caos e come s’intenda rimediare anche dal punto di vista economico visto che parecchie famiglie oltre al fastidi oavranno anche maggiori spese per queste migrazioni anche da una parte all’altra della Città.

                                                                                                                                                                                                                           (Forza Italia) 

[ratings]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

In evidenza

Potrebbe interessarti anche...

Libri di Storia fatti di pietra

Servizio fotografico di Corrado Corradi ^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^Nella giornata di sabato 1° ottobre 2022, in strada Canaletto Sud, angolo via Finzi, c’è stata la cerimonia di inaugurazione