CAMPOGALLIANO, DURA PRESA DI POSIZIONE DEGLI OPERATORI AMBULANTI

Condividi su i tuoi canali:

None

 

 “Contrari al mercato di Forte dei Marmi”

ANVA-Confesercenti esprime la sua netta avversità alla manifestazione di domenica 29 gennaio. “Un danno economico ingente agli operatori locali”

 

“Gravissima, ma le parole potrebbero essere ben altre per definire la scelta dell’Amministrazione comunale di Campogalliano di acconsentire un mercato con operatori provenienti della Versilia per domenica 29 gennaio. A maggior ragione se guardiamo al danno che andrà ad arrecare agli ambulanti modenesi del mercato settimanale del paese, a quello del lunedì a Modena, il giorno dopo 30 gennaio, e alla tradizionale fiera di San Geminiano del 31.” È durissima la presa di posizione di Alberto Guaitoli presidente ANVA-Confesercenti Modena di fronte a quanto avverrà domenica 29 gennaio a Campogalliano, appresolo dalla pubblicità sulla stampa locale. “Una decisione insensata e fortemente dannosa per gli operatori del commercio ambulante locali, già piegati dalla crisi dei consumi. Siamo assolutamente contrari, il mercato andrebbe annullato.”

 

“Le ragioni del no, sono semplici e molteplici – precisa Guaitoli – Anzitutto che tali eventi contrabbandati come ‘mercati’ danneggiano in modo significativo la categoria dell’ambulantato locale, già duramente colpita, costretta a fare i conti con gli effetti della crisi ed oggi anche sottoposta alle procedure della direttiva servizi. Inoltre, al contrario di quanto avviene per i mercati straordinari, a questi eventi non viene data la possibilità agli operatori locali del mercato settimanale di parteciparvi. Preferendo invece, fare intervenire operatori provenienti da altre regioni e di conseguenza favorendo in questo modo l’impoverimento del territorio. Si arriva così a causare un danno agli ambulanti del mercato settimanale di Campogalliano: i clienti che andranno la domenica, snobberanno poi l’appuntamento. Oltre agli altri mercati della zona limitrofi. Inoltre riteniamo sia doveroso ricordare all’Amministrazione comunale che questi eventi non hanno una vera caratterizzazione merceologica o geografica. Perché e lo sottolineiamo, al di là del nome evocativo vengono commercializzate le medesime merceologie e gli stessi prodotti del mercato settimanale. Da ultimo una curiosità: ma per questi ambulanti la Tosap al comune di Campogalliano la pagano poi? Sarebbero tutti aspetti almeno da chiarire”, conclude il presidente di ANVA-Confesercenti.

 

[ratings]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

In evidenza

Potrebbe interessarti anche...

Corso per Clown Dottori

Si parte a ottobre, ma gli incontri di presentazione del corso sono previsti il 6 e il 10 settembre L’associazione Dìmondi Clown organizza, a partire