Caffè Concerto, Cirelli “Ha vinto l’offerta migliore, ora lavori bene”

Condividi su i tuoi canali:

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su email
Condividi su print
Condividi su whatsapp
None

 

Nota del responsabile Economia e Lavoro della Segreteria cittadina del Pd Alberto Cirelli

 

 

Il responsabile Economia e Lavoro della Segreteria cittadina del Pd modenese Alberto Cirelli risponde a Valentina Mazzacurati di Forza Italia che ha lamentato il fatto che il bando per la gestione del Caffè Concerto se lo sia aggiudicato un’impresa fiorentina. Ecco la dichiarazione di Alberto Cirelli:

 

 

“E’ chiaro che dispiace anche noi che nessun investitore modenese abbia potuto presentare una offerta che potesse risultare vincente per il bando inerente la gestione del Caffè Concerto. Ma, come riconosce la stessa Mazzacurati, il bando era aperto e trasparente e ha vinto una società che, per quanto ci è dato conoscere, presenta crismi di serietà e di capacità imprenditoriale ed è stata in grado di presentare un’offerta che ha distanziato di circa dieci punti tutte le altre. Vorrei ricordare inoltre alla dott.ssa Mazzacurati che Firenze è comunque in Italia e che rinchiudersi dentro le mura della città rischia davvero di apparire antistorico e di certo dovrebbe far rabbrividire chi sostiene principi liberali in economia. Le sfide imprenditoriali si vincono sulla competizione trasparente, sulla competenza e sulla qualità dell’offerta: non sugli steccati comunali che poco sanno di libera competizione sul mercato. L’auspicio ora è che la società che ha vinto il bando possa iniziare a lavorare al più presto per continuare nella tradizione dei locali di qualità, da sempre vanto della nostra città e della nostra tradizione enogastronomica”.

 

[ratings]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

In evidenza

Potrebbe interessarti anche...

Ripensare il turismo  futuro

La tragedia della Marmolada lascia  sgomenti e annichiliti, per la gravità del bilancio che si va aggravando di ora in ora, con due cordate di

Riflessioni sull’aborto

La decisione della Corte suprema statunitense di lasciare ad ogni stato dell’Unione la libertà di legiferare sul diritto all’aborto, ha riportato in prima pagina un