C.V.D.

Condividi su i tuoi canali:

""...da oggi il governo naviga a vista con il pericolo di trovarsi davanti,da un momento all’altro, la deriva suicida dell’FLI-MPA.""art.di Giacomo Bianchi

 

C.V.D. ossia Come Volevasi Dimostrare. Berlusconi incassa la fiducia con 346 voti (contro i 335 del giorno dell’insediamento postelettorale del 2008) e quindi potremmo senz’altro e senza dubbio alcuno dire: tutto a posto, tutto in ordine, governo solido e si va avanti fino alla normale scadenza del mandato.

Già, anche io credo che gli asini volano!

No, cari lettori, non è per nulla tutto a posto. Certo la matematica non è un’opinione e quindi, se ci fermassimo al solo valore assoluto, dovremmo gioco forza dire che la maggioranza è oggi più forte.

Ma in effetti, ad una disamina non solo matematica, la maggioranza oggi è (e così sarà) sotto schiaffo del gruppo finiano e dell’MPA di Lombardo che hanno già fatto comprendere come i loro voti saranno l’ago della bilancia in ogni momento dei lavori parlamentari. Quindi da oggi il governo naviga a vista con il pericolo di trovarsi davanti, da un momento all’altro, la deriva suicida dell’FLI-MPA.

Paradossalmente era più forte con i voti di allora che con i voti di oggi, perché ieri esisteva un PDL unito con alleato la Lega, oggi esiste un PDL amputato, un FLI che diventerà partito (così dicono le cronache) il 5 Ottobre e la Lega, anch’essa molto più decisa ad andare al voto a Marzo 2011 che a rimanere su una nave che sta imbarcando acqua ora dopo ora.

Il tutto a discapito delle riforme che non saranno fatte, dell’economia che va sempre più a rotoli, dei cassaintegrati che a fine anno rimarranno senza un euro in tasca, con un malessere sociale che si accentua sempre più.

Non c’è che dire: un bel teatrino dei burattini e dei burattinai. Complimenti …. L’Italia ringrazia!

 

Giacomo Bianchi

[ratings]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

In evidenza

Potrebbe interessarti anche...

“Lei non sa chi  sono io”

Quando   qualcuno ritiene che gli siano  dovuti privilegi o cure speciali, impunità compresa, ricorre all’espressione  che ho scelto come titolo e che  può essere declinata

C’era una volta il medico di famiglia

Le decisioni del Governo per accorciare le liste d’attesa, se incideranno relativamente sulla loro lunghezza, sono almeno un segnale d’attenzione alla crisi della sanità italiana. Le opposizioni gridano

La Corsa più bella del mondo 

La Corsa più bella del mondo torna dall’11 al 15 giugno con una cavalcata di 2200 chilometri che le magnifiche vetture costruite fra il 1927 e il 1957 percorreranno in cinque tappe, come da format inaugurato lo