BUTTERFLY

Condividi su i tuoi canali:

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su email
Condividi su print
Condividi su whatsapp
None

STAGIONE DI BALLETTO – DANZA PRIMAVERA

COMPAGNIA ERSILIADANZA

BUTTERFLY

                             

Teatro delle Passioni di Modena

Giovedì 6, venerdì 7 maggio ore 21

Prima assoluta

 

La Stagione di Balletto – Danza Primavera della Fondazione Teatro Comunale di Modena prosegue con un debutto in prima assoluta: giovedì 6 e venerdì 7 maggio, al Teatro delle Passioni di Modena ore 21, la Compagnia Ersiliadanza presenta Butterfly, coreografia e regia di Laura Corradi, uno spettacolo creato con Carlotta Plebs, Midori Watanabe, Cristina Surace, Roberto Costa Augusto, Giuseppe La Regina su musiche di Giacomo Puccini e musiche originali di Enrico Terragnoli e Fabio Basile. Lo spettacolo è una coproduzione di Ersiliadanza e della Fondazione Teatro Comunale di Modena realizzato in collaborazione con Estate Teatrale Veronese e con il sostegno del Ministero per i beni e le attività culturali – Dipertimento dello Spettacolo, Regione Veneto e Provincia di Verona.

 

Dopo avere curato la regia dell’opera di Puccini al festival Pergine Spettacolo Aperto nel 2007, Laura Corradi ritorna a Butterfly per scavare nel personaggio e nella sua vicenda con gli strumenti propri della danza. Alla musica pucciniana si aggiungono nuove composizioni che aiutano a compiere una trasposizione contemporanea del dramma, in uno spettacolo che si concentra sul tema dell’attesa amorosa della protagonista e di altre forme di attesa, approfondendone gli aspetti umani e filosofici.

 

“Mi interessa molto – spiega la coreografa Laura Corradi – confrontarmi con una trasposizione contemporanea di Butterfly, attraverso un linguaggio forte ed energico ma anche leggero come può essere quello della danza. L ‘intervento di due compositori che affiancano la propria opera alla meravigliosa musica di Puccini, sottolineerà la collocazione attuale e la contemporaneità della tematica. Mi interessa dare forza a Butterfly, dare un senso maggiore alla sua attesa, più consapevolezza, circondandola di personaggi che condividono con lei una simile anche se diversa condizione di attesa. Forse perché l’isolamento di Butterfly è  determinante nello svolgimento e nella conclusione della sua lunga attesa, la storia amara di un desiderio cullato a lungo nell’immaginario ma che non trova apertura finale. Tutto il suo aspettare brucia il presente e lo rende insignificante, tutta l’attenzione e la tensione sono spostate in avanti, spasmodicamente concentrate sull’evento che si attende, il fine di ogni azione o pensiero collocato in un futuro impreciso”.

 

Laura Corradi nasce a Imperia il 20 giugno 1961 e all’età di 5 anni si trasferisce con la famiglia a Verona, città ove risiede ancora oggi. Dopo alcuni anni di studio della danza a Verona, parte per l’estero. Si forma prevalentemente a Parigi, con alcuni dei maggiori esponenti della coreografia d’avanguardia francese degli anni ’80 e ’90 e con Carolyn Carlson. Dopo diverse esperienze come danzatrice in giovani compagnie francesi,  frequenta la Folkwang Hochschule di Essen Werden in Germania sotto la direzione artistica di Pina Bausch. Qui prosegue i suoi studi con Malou Airaudo, Jean Cèbron ed altri insegnanti,  perfezionando la sua preparazione e seguendo da vicino il lavoro della compagnia di Wuppertal. Nella stessa università inaugura le sue prime esperienze coreografiche, sottoponendole al giudizio di Malou Airaudo (storica interprete di Pina Bausch) e Susanne Linke.

Crea un quartetto con cui partecipa ad alcuni concorsi tra i quali il “Prix Volinine” a Parigi, dove le viene attribuito il “Prix du President” che consiste in una tourneè premio in 10 teatri dell’Ile de France (Versailles, Fontainebleau, Le Vesinet, Enghien ecc. nella provincia parigina). In Olanda collabora con la Compagnia Reflex di Groningen che mette in repertorio la sua prima coreografia dal titolo Vedrai come si biforca la cantina, con la quale circuita in Canada, Stati Uniti e Olanda.

Al suo rientro in Italia, nell’88, fonda Ersiliadanza, dapprima chiamata Gruppo Ersilia, la compagnia di cui è da sempre coreografa e direttrice artistica; lavora inoltre come coreografa indipendente. Da allora i suoi titoli sono presentati e coprodotti dai maggiori teatri e festival italiani (Romaeuropa Festival, Spoleto, Estate Teatrale Veronese, La Versiliana, Torinodanza, Vignale Danza, Incontroazione di Palermo, Oriente e Occidente a Rovereto ecc.), oltre che invitati in Francia, Spagna, Olanda, Canada, Unione Sovietica, Uruguay e Argentina. Oggi  Ersiliadanza è una compagnia di produzione che svolge la sua attività con il sostegno continuativo del Mibac (dal 1997), della Regione del Veneto, del Comune e della Provincia di Verona.

Tra le ultime produzioni di cui Laura è coreografa e regista, tutte caratterizzate da un forte impatto emotivo, ricordiamo Four dogs night, una
creazione 2006, prodotta in collaborazione con Estate Teatrale Veronese e Abano Danza Festival, su musiche originali di Enrico Terragnoli. Nero. una poetica vendetta…è una creazione 2007 prodotta con Estate Teatrale Veronese, musiche originali di Enrico Terragnoli che con un forte sapore “noir”  racconta con corpo e parola un percorso di incattivimento che conduce, in forma sottile e tutta femminile, alla premeditazione e alla vendetta. Shakenasce nel
2008 in occasione della celebrazione del 60° anniversario del Festival Shakespeariano di Verona, in collaborazione con l’Estate Teatrale Veronese, con musiche originali di Fabio Basile: Shakespeare viene percorso e percosso trasversalmente, a disegnare i sentimenti che sempre travolgono l’uomo senza nessuna coerenza. Top Secret è una creazione 2009, coprodotta dall’Estate Teatrale Veronese in collaborazione con Vignale Danza Festival, musiche originali a quattro mani di Enrico Terragnoli e Fabio Basile, che tratta della fine e del finire con tinte inquietanti ma anche ironiche.

 

Giovedì 6, venerdì 7 maggio ore 21 Prima assoluta

Teatro delle Passioni

COMPAGNIA ERSILIADANZA

Butterfly

Coreografia e regia Laura Corradi

Creato con Carlotta Plebs, Midori Watanabe

Cristina Surace, Roberto Costa Augusto,

Giuseppe La Regina

Musiche di Giacomo Puccini  

Musiche originali Enrico Terragnoli, Fabio Basile

Disegno luci e allestimento scenico Alberta Finocchiaro

Costumi Transit par-such

 

Direzione organizzativa Augusto Radice

Relazioni con l’estero Claire Lusardi

 

Coproduzione Ersiliadanza, Fondazione Teatro Comunale di Modena

in collaborazione con Estate Teatrale Veronese

 

Con il sostegno di

Ministero per i beni e le attività culturali – Dipartimento dello spettacolo

Regione Veneto

Provincia di Verona

 

 

 

Addetto Stampa

Fondazione Teatro Comunale di Modena

Via del Teatro 8, 41100 Modena

www.teatrocomunalemodena.it

059 20 33 022

335 56 09 435

stampa@teatrocomunalemodena.it

 

[ratings]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

In evidenza

Potrebbe interessarti anche...

Ius Scholae

Fratelli d’Italia: “Bonaccini invece di offendere pensi a risolvere i problemi dei cittadini”Mentre imprese e cittadini sono in ginocchio davanti una grave crisi economica, caratterizzata

“PREMIO EMAS 2022”

L’ Ente Parchi Emilia Centrale vince il “Premio Emas 2022” per la dichiarazione ambientale piú efficace a livello nazionale L’Ente Parchi Emilia Centrale ha vinto