Bussate e vi sarà aperto

Condividi su i tuoi canali:

""... giorni assolati e freddezza umana, cieli limpidi e sguardi torvi, persone senza pietà per i vivi né rispetto per i morti e altre che rendono questo mondo un posto bello per viverci.art. di A.D.Z.

 

 

7]Chiedete e vi sarà dato; cercate e troverete; bussate e vi sarà aperto;

(Mt. 7,7)

Se dovessimo giudicare col metro delle vicende umane queste parole, potremmo suggerire a Chi queste parole immortali le ha pronunciate di correggerle così:

– Chiedete e (forse) vi sarà dato, bussate e (forse) vi sarà aperto.

Ma il riferimento non era alle persone, né alle cose di questo mondo, nel quale può accadere di bussare, e che nessuno ci apra,e può accadere di cercare e chiedere, se non rispetto, o educazione, almeno civiltà,  senza ricevere nulla. Accade.

Per questo è di grande consolazione,  comunque, pensare che così non sia accaduto, quando il Governo ha bussato alla porta dell’opposizione, chiedendo la fiducia sulla manovra finanziaria. L’opposizione ha aperto la porta e ha concesso, non il plauso e la condivisione, ma la solidarietà con un voto assolutamente necessario, per la nazione, per la credibilità dell’Italia, in un momento fra i più  difficili  di questi ultimi anni.

E molto consolante, anche se per  altri motivi, è la probabile autorizzazione a procedere  nei confronti del signor Papa, autorizzazione che potrebbe preludere anche a quella nei confronti  del signor Romano,  indagati per gravi reati.Nel dubbio, tralascio il titolo di “onorevole” per entrambi.

Che stia cambiando qualcosa?

Probabilmente sì,  se anche nella maggioranza ci sono voci che dissentono dall’andazzo generale. Pur senza essere apertamente dissidenti, anche all’interno della compagine, o dell’area di centro destra, ci sono  voci pacate e civili che esprimono pareri in contrasto con certe decisioni e certe direttive, all’interno del Parlamento e non solo.  

Lo spirito critico e  costruttivo è una grande risorsa degli uomini liberi.

Ne è un esempio, a mio modo di vedere è fra i migliori autori politici che io abbia mai letto, il  Sen. Danieli. Pur riconoscendosi nell’area di centro destra, nei suoi scritti non dà assolutamente per  inattaccabile e scontato  tutto ciò che fa il governo, o tutto ciò che  in generale avviene  all’interno del PdL  e della Lega.

E, a proposito di Lega, merita, quanto e più di sempre, una lettura attenta il contributo che il nostro Alex Scardina ha inviato questa settimana. La Lega ne esce con le ossa rotte, per certe inenarrabili prodezze, di alcuni  suoi componenti, e del  “boss” per primo, che davvero toccano temi scatologici e nauseano anche il meno patriottico dei cittadini italiani.

Quei cittadini italiani, soprattutto i più giovani, che l’articolo di Dieffe esorta a spendersi  nell’impegno civile, per il  rinnovo virtuoso della classe politica, per  l’Italia che  merita molto di meglio rispetto a quella attualmente in carica.

Tra preoccupazioni e speranze, proseguiamo, in un’estate all’insegna dei contrasti.

Un’estate insieme  torrida e gelata, nella quale si mescolano giorni assolati e freddezza umana, cieli limpidi e sguardi torvi, brezze estive e miasmi crudeli, meritate vacanze e angosciose vicissitudini, tra persone senza pietà per i vivi né rispetto per i morti e persone che, invece, rendono questo mondo ancora un posto bello per viverci.

Contrasti dei quali leggiamo ogni giorno e che talvolta  viviamo in prima persona.

L’importante è riuscire a rialzarsi ed è quello che alla nostra nazione, e a chiunque sia in questo momento “a terra”, abbattuto dalla malattia  nel corpo o prostrato e ferito nell’anima, io auguro di tutto cuore.

A tutti, buona settimana e buona lettura del n. 284.

 

A.D.Z.

 

 

*****

In copertina lo splendore di un minerale “”modesto”” …la Rosa del Deserto,uno fra i miei prediletti. Ecco ciò che il sole del deserto sa fare…con un po’ di gesso, di sabbia, di umidità e di vento.

 

[ratings]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

In evidenza

Potrebbe interessarti anche...

Gettare il sasso e nascondere la mano…

È un copione assai noto: c’è chi lancia pubblicamente un metaforico sasso, offendendo, insinuando, accusando… in modo voluto e inequivocabile, qualcuno e poi, vigliaccamente, nega

Appunti sulle Amministrative

ASTENSIONISMO All’appello dei votanti manca la metà degli aventi diritto… e stiamo parlando di votare per la propria città, non solo per la lontana Europa.