Buona Pasqua da Bice

Condividi su i tuoi canali:

Auguriamo ad ogni lettore che possa sempre di più condividere con noi il piacere di sentirsi a volte ascoltatore di un mirabile coro, a volte protagonista di qualche suo acuto significativo.

Non potevamo lasciarvi senza i nostri auguri pasquali. In queste ore siamo ovviamente al lavoro per proporvi il nuovo numero da inserire la sera di Pasquetta. È impegnativo, ma è comunque un piacere, in special modo se possiamo registrare, dati alla mano, che il gradimento nei confronti di Bice si sta estendendo anche oltre la provincia di Modena. Tuttavia non è ancora tempo di bilanci. Per noi continua ad essere invece la stagione dei sogni: I have a dream… diceva qualcuno.

Abbiamo un sogno anche per questo nostro paese che abbiamo visto in queste recenti elezioni molto appassionato, emotivamente coinvolto, più che diviso.

A noi è apparso un popolo molto turbato, anche se in modo contraddittorio. Abbiamo avuto la sensazione di assistere ad una mutazione del modo di sentirsi paese: un popolo che giunto sulla soglia di una nuova stagione sconosciuta, nella sua stragrande maggioranza, al di là delle apparenze, comprende che deve sprovincializzarsi. Ci pare di intravedere un Italia che, a determinate condizioni, sia ormai disposta a fare un passo avanti verso un sua dignitosa normalizzazione, Una novità assoluta specialmente per chi conosce molto bene il popolo italiano. Tutto questo proprio mentre, dal lato opposto, a livello di politica vissuta, grazie a questa classe dirigente, dal centrodestra al centrosinistra, tra cadute di stile e varie, ci veniva iniettata “la paura” come molla e sprone del nostro impegno. Il nostro sogno consiste proprio in questo: assistere, per l’avvenire, ad un moltiplicarsi di nuovi protagonisti disposti a mettersi al servizio della politica, non per la “paura”, ma perché è giusto, nobile e normale. Come vedete è un sogno innocente, senza troppe pretese, se non quella di assistere ad un rifiorire di modenesi innamorati della propria città e del loro paese che si pongono al servizio della cosa pubblica, al servizio di una nobile mission di carattere politico. Se tutto ciò, da sogno diverrà cosa reale, Bice sarà ben lieta di ospitare questi nuovi attori, di mettere a disposizione i suoi spazi di libertà senza condizionamenti, affinché sia possibile, in questa realtà territoriale, mediante un armonico coro a più voci, comporre un nuovo poema sinfonico.

Diciamo questo perché vogliamo ribadire che la proposta politica non è detto che sia un prodotto elitario che viene erogata dall’alto dal capo di turno. La proposta politica può essere anche frutto di intenso confronto dialettico tra le pieghe della società civile; una trama che può prendere forma anche partendo dalle periferie, dalle nostre città, specialmente se c’è la possibilità di poter dare visibilità alle idee….

Per questo, sarà poca cosa, ma intanto dabicesidice esiste, ed è disponibile come libero auditorium o laboratorio a disposizione delle proposte al servizio della persona e del suo vivere nella città.

 Auguriamo ad ogni lettore che possa sempre di più condividere con noi il piacere di sentirsi a volte ascoltatore di un mirabile coro, a volte protagonista di qualche suo acuto  significativo.

Occorre scrivere questo nuovo poema sinfonico per Modena: dai vari orchestrali, coristi, compositori, cantanti solisti, ci aspettiamo il meglio.

Di Nuovo ad ognuno di voi, buona Pasqua ed una spensierata giornata di Pasquetta!

 

 

 

 

 

[ratings]

Ultimi articoli

I nostri social

Articoli popolari

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

In evidenza

Potrebbe interessarti anche...

BORGO DEI NONNI

A Lama di Reno il progetto lungimirante per un borgo “speciale” Ilcapogruppo di RETE CIVICA – Progetto Emilia-Romagna Marco Mastacchi ha presentato alla Presidente dell’Assemblea

“CALICI DI STELLE”

LUNEDÌ 8 AGOSTO RITORNA IN CENTRO STORICO A CASTELVETRO “CALICI DI STELLE” CON VINO, CIBO E MUSICA. MERCOLEDÌ 10 A LEVIZZANO OSSERVAZIONI DELLA VOLTA CELESTE

I tartufi alle Salse di Nirano

Alla Riserva di Nirano la sede dell’Associazione Tartufai di Modena che collabora nella manutenzione e pulizia dell’area protetta. Pochi forse sanno che sulle pendici dei