Buon Natale 2005

Condividi su i tuoi canali:

None

C’era una volta,

una vigilia di Natale,

con tutta le famiglia riunita a cena ….

C’era quella volta una letterina scritta dai giovanissimi, accuratamente curata nella forma e con scrupolosa attenzione nascosta sotto il piatto di papà e mamma prima che ci si mettesse a tavola..

Era la lettera dei buoni propositi, delle promesse e delle richieste di doni.

Una lettera in bella calligrafia che incontrava lo scetticismo dei fratelli grandi, la fiducia incondizionata dei nonni, il cauto ottimismo dei genitori.

Dabicesidice, nella rubrica Bei tempi… i miei tempi, in questo Natale 2005 ha deciso di ospitare e pubblicare le vostre “letterine”

Scrivete a dei vostri desideri, dei vostri sogni da chiedere, delle vostre speranze e dei vostri auguri!.

Sarà come ritrovarsi in una lunghissima tavolata attorno alla quale sono stati invitati tutti i modenesi e dove sotto il piatto è riposta una nostra lettera di Natale che tutti vorranno leggere!

Scrivete quella lettera con la quale vi scusate per “aver mangiato una confezione di merendine prima di passare alla cassa”, “per aver nascosto di quel pomeriggio a vostra moglie, al marito ai vostri compagni”; per un Natale e un anno nuovo che vorreste ridipinto con i vostri colori….per dire al vostro vicino che lo vorreste diverso, per farci leggere sogni e favole come se Modena in queste settimane fosse “il paese delle meraviglie”

Sognare, farci sognare una volta nell’anno, nel periodo natalizio non costa nulla e farà senz’altro  bene allo spirito!

 

Come fare dunque? Scrivete a redazione@dabicesidice.it e il vostro dispaccio verrà pubblicato nel più breve tempo possibile, anche nel corso della settimana. Tutti gli auguri presentati resteranno, come sempre, nell’archivio per la successiva consultazione.


Ecco le Vostre letterine di Natale……..


“”E’ il grigio che dà vita al bianco e nero””

Un 2006 di serenità

Nella consapevolezza della complessità
Auguri

Alberto Venturi

Addetto stampa Comune di Fiorano
13 dicembre 2005  


 
Cara Pia, purtroppo a Milano non ci siamo viste, volevo però approfittare di questa finestra per fare a Te e alla tua famiglia gli auguri per un sereno Natale ed un meraviglioso 2006.
Dorina, 13 dicembre 2005


 

Per Andrea

Buon Natale al mio amore per dirgli che lo amo con tutto il cuore. Sono passati otto anni da quando ci siamo conosciuti e i miei occhi, in sua presenza, brillano come il primo giorno.

Angela, 13 dicembre 2005


  Caro babbo Natale,

quanti anni sono passati dall’ultima volta che ti ho scritto! Diventando vecchi, mio caro, ci si scorda anche delle belle abitudini. Ma, e tu lo sai, invecchiando si diventa distratti, anche un po’ più acidi,  permalosi e insofferenti… Quest’anno ti prometto di continuare a soffocare la mia personalità, la mia voglia di condividere idee, pensieri e sentimenti, e… con tanto sforzo (spero lo apprezzerai!!!) uniformarmi sempre di più e rassegnarmi ad essere uno dei tanti numeri. In cambio (perché c’è sempre un baratto) vorrei che mi regalassi un uomo che mi faccia cadere dal letto… dal ridere.

Anna, 13 dicembre 2005 


 

Caro Gesù Bambino,

ho sette anni e non ho mai scritto la letterina, ma mio fratello mi ha convinto che con la mail arriva prima. Ti prometto di studiare un po’ di più, mangiare la carne e la verdura, e ti prego di farmi sposare con la mia compagna di banco che si chiama Carlotta.

Ciao Matteo (quello che abita in via Scartazza), 13 dicembre 2005 


 

Caro Amore,

ti devo confessare una cosa che non ti ho mai detto: quel giorno davanti alla gioielleria ho visto un brillante 24 carati, ma nel frattempo ho notato che nel portone vicino c’era una valigetta abbandonata piena di dollari ed euro. Non ho potuto far a meno, tuttavia, di posare l’occhio su un bel giovanotto che in quel momento passava e sembrava il sosia di George Clooney. Ti confesso ho fatto un pensiero cattivo e uno impuro, non chiedermi quali…

Rossana, 13 dicembre 2005 


 

Auguri di buon Natale e di uno sfavillante 2006 a Federica dalla sua amica Vania. 13 dicembre 2005 


 

Per Tessa,

smetti di pulire la casa, concediti un bagno rilassante e.. spera. Prima o poi se non Babbo Natale, la Befana ti farà trovare nel sacco l’uomo della tua vita. Baci

d., 13 dicembre 2005 


 

 

 

 

 

 

[ratings]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

In evidenza

Potrebbe interessarti anche...

Gettare il sasso e nascondere la mano…

È un copione assai noto: c’è chi lancia pubblicamente un metaforico sasso, offendendo, insinuando, accusando… in modo voluto e inequivocabile, qualcuno e poi, vigliaccamente, nega

Appunti sulle Amministrative

ASTENSIONISMO All’appello dei votanti manca la metà degli aventi diritto… e stiamo parlando di votare per la propria città, non solo per la lontana Europa.