“”BUON LAVORO A BONACCINI””

Condividi su i tuoi canali:

None

CORTI (LEGA): “ABBIAMO FATTO IL MASSIMO PER LIBERARE QUESTA TERRA: BUON LAVORO A BONACCINI… E UNA PREGHIERA””

“”Grazie ai militanti, agli attivisti e alla macchina organizzativa della Lega che ha messo in campo il massimo sforzo per cercare di liberare l’Emilia Romagna dal sistema di potere che la governa da sempre. Posso garantire a tutti coloro che hanno creduto nel cambiamento che insieme a Lucia Borgonzoni e a Matteo Salvini abbiamo fatto tutto il possibile per vincere questa sfida epocale, dopo aver reso per la prima volta questa Regione contendibile rispetto all’egemonia di governo Pd. Lo dico chiaramente: il clientelismo Pd, il voto disgiunto e il dissolvimento dei moderati di Forza Italia ci hanno penalizzato. Questi tre aspetti hanno reso impossibile una vittoria nella quale abbiamo creduto ed ho creduto fermamente. Resta la soddisfazione, da senatore del collegio Modena e Montagna, di avere toccato con mano il modo in cui  i cittadini delle periferie sociali e geografiche, i residenti della montagna, la gente che ogni giorno lavora, hanno premiato la Lega. E’ la ennesima dimostrazione della differenza positiva della Lega, un movimento che decide deliberatamente di stare sempre dalla parte degli ultimi, dei più bisognosi e di coloro che hanno meno servizi a causa dei luoghi in cui sono cresciuti e nei quali coraggiosamente vivono.
Auguro a Bonaccini sinceramente buon lavoro. Mi permetto di rivolgergli solamente una preghiera: venga a trascorrere una settimana senza cellulare e internet nell’alto Appennino modenese, venga a toccare con mano cosa significa vivere in Montagna. Solo così potrà mettere da parte idee folli, come quella di piantare 4,5 milioni di alberi in Appennino. Li vada a piantare in città e non da noi: in montagna di alberi ne abbiamo da vendere e abbiamo già abbastanza problemi idrogeologici. Venga davvero Bonaccini a passare una settimana qui e dimostri di avere a cuore gli ultimi, come ha promesso in campagna elettorale””. 

[ratings]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

In evidenza

Potrebbe interessarti anche...

Leva obbligatoria

La politica italiana gioca ai soldatini senza nemmeno sapere le regole del gioco. La politica italiana conferma la sua impreparazione sui temi militari e questa