Boschini “Aprire un cantiere per Modena”

Condividi su i tuoi canali:

None

Si è tenuta martedì sera la prima riunione della nuova segreteria cittadina del Pd

 

Un nuovo “cantiere”, una fase di confronto e laboratorio di idee e proposte in vista delle amministrative del 2014, ma anche a sostegno dell’azione di governo in corso. E’ questo il programma su cui ha cominciato a lavorare la nuova segreteria cittadina del Pd che si è riunita, martedì sera, per la prima volta nella sua nuova composizione. L’organismo lavorerà a questi obiettivi enucleando al proprio interno cinque dipartimenti tematici: “Programma”, “Istituzioni e governo”, “Società civile e civismo”, “Iniziativa politica” e “Circoli e territorio”. Ciascun dipartimento sarà coordinato da una o due persone che daranno vita all’esecutivo: i loro nomi non sono ancora stati decisi, ma lo saranno – ha chiarito la segreteria – in tempi brevissimi visto che il segretario cittadino del Pd Giuseppe Boschini ha assunto l’impegno di realizzare rapide consultazioni in modo da annunciare i nomi dei coordinatori nel giro di qualche giorno. Il lavoro di tutta la segreteria cittadina e quello dei componenti dell’esecutivo sarà reso più arduo dall’inestricabile legame creatosi tra le dinamiche sociali, economiche e politiche locali e quelle nazionali. “Il Pd è consapevole – ha spiegato Boschini nella sua relazione – che non ci sono strade politiche “semplici”, che di fronte a sfide del tutto inedite occorre fornire risposte nuove capaci di superare, e non sarà facile, non solo la crisi economica e del sistema politico, ma anche quella di credibilità che sta zavorrando il lavoro dei partiti”. Della fase di “cantiere” per la città il Pd sarà il promotore, ma non il solo protagonista: “I protagonisti dovranno essere – spiega Boschini – tutte le forze politiche che si riconoscono nell’analisi delle difficoltà attuali, ma soprattutto i “mondi sociali” più formati, come i sindacati e le associazioni, e quelli “informali”, le nuove forme di civismo, i comitati, le rappresentanze locali”. Le modalità per il confronto saranno le più diverse (incontri pubblici e non, partecipazione a consulte o organismi similari): “Sarà, insomma – conclude Boschini – una grande fase di ascolto. L’obiettivo non è la costruzione di un programma in senso classico, ma mettere a punto idee di visione della città, quasi degli “elementi identitari”, capaci di disegnare il nostro futuro, oggi così difficile da capire e affrontare. Quello che ne nascerà sarà non solo patrimonio del Pd, ma il risultato di uno sforzo collettivo in cui possa riconoscersi la parte più ampia della nostra comunità”.

 

Ufficio stampa

[ratings]

Ultimi articoli

I nostri social

Articoli popolari

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

In evidenza

Potrebbe interessarti anche...

BORGO DEI NONNI

A Lama di Reno il progetto lungimirante per un borgo “speciale” Ilcapogruppo di RETE CIVICA – Progetto Emilia-Romagna Marco Mastacchi ha presentato alla Presidente dell’Assemblea

“CALICI DI STELLE”

LUNEDÌ 8 AGOSTO RITORNA IN CENTRO STORICO A CASTELVETRO “CALICI DI STELLE” CON VINO, CIBO E MUSICA. MERCOLEDÌ 10 A LEVIZZANO OSSERVAZIONI DELLA VOLTA CELESTE

I tartufi alle Salse di Nirano

Alla Riserva di Nirano la sede dell’Associazione Tartufai di Modena che collabora nella manutenzione e pulizia dell’area protetta. Pochi forse sanno che sulle pendici dei