Bombola di gas

Condividi su i tuoi canali:

None

La bombola di Gpl esplosa oggi pomeriggio intorno alle 15.35 in un cortile di via Paolo Ruffini, attiguo alla sede del Codacons, ha portato il panico e lo scompiglio nel quartiere.

Ad allertare i soccorsi è stata proprio una telefonata del vicepresidente regionale del Codacons Fabio Galli. «Abbiamo sentito una forte esplosione – racconta Galli – e poi tutto d’un tratto abbiamo sentito un penetrante odore di gas… vorrei ringraziare in maniera particolare vigili del fuoco, vigili urbani,  Polizia di Stato ed Hera: sono intervenuti con una sollecitudine e una tempestività encomiabile.

Ce ne fosse stato il bisogno avrebbero soccorso, protetto e rassicurato nel miglior modo possibile i cittadini.

Un bell’esempio di professionalità: in un periodo in cui è più facile sentir parlare male delle Istituzioni ci pare importante mettere in risalto ciò che funziona».

 

v. Presidente Regionale CODACONS

 

 

[ratings]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

In evidenza

Potrebbe interessarti anche...

L’arco e le frecce

Un tragico incidente, un’uscita fuori strada autonoma, uno dei tanti drammi che insanguinano le nostre strade. Così, poteva essere reso noto e archiviato, ciò che

Non ti fidar dell’acqua cheta

Sull’Ansa ho trovato il lungo elenco di catastrofi provocate da frane e alluvioni in Italia negli ultimi settant’anni: 101 vittime nel Polesine (1951), 325 persone

Gli ambientalisti nelle pinacoteche

L’ultima moda di certi ambientalisti è utilizzare le pinacoteche ed i musei per protestare. Così in questi giorni cinque attivisti di ‘Ultima generazione’ sono entrati