Benefattori per conto terzi

Condividi su i tuoi canali:

Quando chi ci  governa compie certe scelte, come quelle sull'immigrazione, facendo il generoso, lo fa a spese nostre. Senza minimamente tenere conto della sostenibilità dell'accoglienza, delle difficoltà dell'integrazione, della scarsità dei mezzi, della  povertà che così duramente affligge  anche chi, suo malgrado, e con molta malinconia, si accorge di essere più povero delle persone che contribuisce a mantenere. 

 


Esiste anche un modo più colorito per definire chi  si fa bello, o fa mostra di compiere grandi gesti,  a spese altrui, senza  avere disagi e problemi di alcun tipo.

Talvolta, sembra proprio  che i nostri governanti si siano ormai convinti che il rapporto che ci lega (ahinoi) a loro, non sia non quello fra eletti e elettori… bensì fra padroni e schiavi. Servi è troppo democratico. Pertanto, il nostro parere non si sognano neppure di chiederlo, tantomeno di tenerne conto, qualora lo esprimessimo.

Il tema ormai onnipresente, tema che si aggiunge ai problemi endemici della nostra Nazione, è quello relativo ai migranti verso i quali dobbiamo mantenere la più premurosa e attenzione e cura, impiegando risorse, uomini e mezzi, nonostante, nonostante la  presenza  sul nostro territorio così massiccia e incontrollabile di migranti, come testimoniano le cronache stia creando problemi sempre più gravi. Non solo per l’emergenza abitativa, per l’assenza di lavoro anche per gli italiani,  per la scarsezza o l’assenza ormai di risorse economiche a disposizione…ma, anche e soprattutto, per i reati di ogni genere di cui  gli stranieri si macchiano.  Prevengo i solerti censori, pronti a far notare che anche gli italiani delinquono: alla banalità  di questa affermazione, dico, altrettanto banalmente, che proprio per questo, non sentiamo la mancanza di importare altri assassini, stupratori, ladri, spacciatori truffatori … siamo già a posto.

Quando tutte le nazioni  hanno fatto marcia indietro, se non addirittura un’inversione a U, per quanto riguarda l’immigrazione… noi, unici, per bocca del nostro Premier Gentiloni,  rispondiamo : “”Non rinunceremo alla nostra tradizione di accoglienza e continueremo a salvare vite umane””.

Ideale prosecuzione di questo discorso è “”Che voi cittadini  lo vogliate o no, che possiamo permettercelo, o no… Non importa se non ci sono case, se non c’è lavoro, se ci sono problemi scolastici, se la sicurezza è sempre più un lontano ricordo””.

Più o meno. Detto magari con parole più forbite, ma la sintesi delle scelte  sull’immigrazione è questa.

Questa politica dissennata sta innescando una  bomba sociale dagli effetti imprevedibili… che sicuramente nessuno vorrebbe mai deflagrasse. Perchè  quando ha il sopravvento la violenza,  essa diviene incontrollabile, con le rispettive parti  senza  più alcun limite nè scrupolo.

Mi chiedo…è necessario arrivare a questi punti… non si rendono  conto di ciò,  i benefattori  per conto terzi ( dove i terzi pagatori, ovviamente siamo noi cittadini…)  ?

E non parlo soltanto di pagare con il nostro ormai esausto borsellino… ma pagare in sicurezza, in vivibilità, in sostenibilità dell’accoglienza, in progetti di creare  e mantenere lavoro.

Accanto agli aneliti  altruistici che rendono  gli esseri umani diversi dalle bestie,  ci sono infiniti altri problemi  da tenere nello stesso gran conto. Lo spazio, la sostenibilità dell’accoglienza, le difficoltà dell’integrazione, la scarsità dei mezzi  e delle risorse a disposizione, la  povertà che così duramente affligge  anche chi, suo malgrado, e con molta malinconia, si accorge di essere più povero delle persone che contribuisce a mantenere.

^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^

Come di consueto,  qui di seguito presento brevemente il numero on line da oggi. I titoli in grassetto portano direttamente ai relativi pezzi.  Questo per consentire anche a chi ha poco tempo, di poter sfogliare più facilmente il giornale.

Benefattori per conto terzi

di A.D.Z.

Trovatemi il medico!

di Massimo Nardi

Trovatemi il medico  che ha diagnosticato che la cura migliore per il un futuro dei nostri figli e nipoti, sia l’importazione di milioni di nullafacenti. Sono tanti gli italiani che lo cercano

L’Italia in testa

di Goffredo De Marchis

Intervista all’On.  Luigi Zanda, capogruppo del Pd al Senato, effettuata presso il PalaConad durante la Festa provinciale de l’Unità di Modena 
Mostra del Cinema di Venezia 2017

di Corrado Corradi

Report fotografico dalla Mostra del Cinema di Venezia 2017, dove la coppia più ammirata sul “”red carpet”” è stata sicuramente quella composta da George Clooney e dalla moglie Amal Alamuddin 

Alla scoperta dei giardini dell’Emilia-Romagna

di Roberto Armenia

“VIVI IL VERDE 2017 nella Rocca di Vignola.  Festival per scoprire i giardini dell’Emilia-Romagna , con visite guidate all’insegna de “Il verde simbolico”

Europatetici

di Eugenio Benetazzo

Dopo quello che abbiamo subito come europei da più di due anni la risposta europea è una marcia per la pace. Siamo degni di rappresentare la pateticità in tutto il mondo. Per la cronaca ad un atto di violenza ingiustificata si risponde subito con un atto di violenza mirata, sospendendo anche i diritti costituzionali di alcune persone considerate potenzialmente pericolose per la sicurezza nazionale.

 

Auguro a  tutti buona settimana e buona lettura del n. 573 – 251.

[ratings]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

In evidenza

Potrebbe interessarti anche...

Gettare il sasso e nascondere la mano…

È un copione assai noto: c’è chi lancia pubblicamente un metaforico sasso, offendendo, insinuando, accusando… in modo voluto e inequivocabile, qualcuno e poi, vigliaccamente, nega

Appunti sulle Amministrative

ASTENSIONISMO All’appello dei votanti manca la metà degli aventi diritto… e stiamo parlando di votare per la propria città, non solo per la lontana Europa.