Benefattori dell’Umanità

Condividi su i tuoi canali:

C'è chi ritiene le vaccinazioni il mezzo più valido per  salvare milioni di vite e,  all'opposto, altri  che attribuiscono ai vaccini gravi danni e decessi. Questo aumenta la preoccupazione nei cittadini che, a botte di decreti, lo Stato obbliga a vaccinare i propri figli,  senza certezze  sull'effettiva innocuità e sull'effettivo  valore delle vaccinazioni stesse. 

 


Una delle mie prime letture, mille anni fa, riuniva le biografie di scienziati “”Benefattori dell’Umanità””  per le scoperte  legate alla Medicina. Mi colpì moltissimo, ricordo, e rimane uno dei miei idoli personali, Ignaz Semmelweiss  al cui studio sulle trasmissioni batteriche da contatto dobbiamo  la prevenzione della febbre puerperale che nell’800 mieteva numerosissime vittime; morto incompreso, irriso, ora è conosciuto come “il Salvatore delle Madri”. Altri capitoli erano dedicati a illustri studiosi e scienziati, fra questi anche inventori di vaccini, come Jenner, Pasteur e molti altri.

Una lettura appassionante, per me bambina che, di lì a poco avrei sperimentato direttamente, cosa significavano i vaccini… con l’antivaiolosa prima, e poi con l’antipolio.

Oggi i vaccini sono nella bufera,  tutti ( quasi)  ne parlano, con maggiore o minore cognizione di causa, e questo  francamente non fa bene all’informazione. Per non dire che è una mostruosità.

Nemmeno uno scienziato o un medico, possono avere la  presunzione di sapere tutto su questo  argomento, nè possono ritenere se stessi e la loro  categoria depositari della verità assoluta … ma, meno ancora, infinitamente  meno ancora, si possono  mettere a pontificare  sull’argomento profani assoluti, persino soubrettine  e D.J. in cerca di rinverdire  ormai passate popolarità. Possiamo, sommessamente, con umiltà, senza la pretesa di insegnare nulla, tutti portare la nostra esperienza… solo per esprimere un parere, senza ritenere di avere la verità in tasca. Non mi avventuro certo in  disquisizioni sull’argomento,  non ho gli strumenti culturali per farlo, posso dire che era purtroppo cosa piuttosto comune, qualche anno fa, che in classe ci fossero bambini o adolescenti che portavano i segni della poliomielite… Quanto al morbillo, la mia sorellina di appena un anno,  cui noi “”grandi”” avevamo attaccato il morbillo, ebbe gravissimi problemi alla vista, subì  un’operazione e un ricovero di quasi un mese. 

Ci sono persone che ritengono le vaccinazioni il mezzo più valido a disposizione per contrastare  malattie sempre più gravi e pericolose, che salvano milioni di vite… e,  all’opposto, ce ne sono altre che portano esempi di gravi problemi, attribuendoli (talvolta senza fondamento) ai vaccini.
Questo aumenta il disagio, la preoccupazione, l’isteria… nella popolazione che, a botte di decreti, si vede obbligata a vaccinare i propri figli o a vaccinarsi,  senza essere  convinta  dell’effettiva innocuità e dell’effettivo  valore delle vaccinazioni stesse. senza contare poi l’incoerenza di  centinaia di miglia di individui che  incessantemente approdano alle nostre coste, senza alcuna copertura vaccinale .

Per i politici, che se  ne sono appropriati,  questo è ormai terreno di  scontro, perdendo di vista  probabilmente l’interesse primario e non negoziabile della salute dei cittadini e della corretta informazione.

Da una parte chi obbliga, a suon di decreti… dall’altra chi vi si oppone,  

Far diventare “”battaglia politica”” il grave problema legato all’obbligatorietà dei vaccini, è secondo me un errore. Ai politici, a costo di apparire qualunquista, io credo importi  davvero poco dei problemi  del popolo, salute compresa. Gli esperti, scienziati, medici,  non dovrebbero essere asserviti alla politica, quindi,  nè avere cointeressenze con le multinazionali del farmaco… le quali molto spesso  privilegiano il  business.  Noi persone qualsiasi, dove per “”qualsiasi”” intendo senza una preparazione specifica,  dovremmo  astenerci  da crociate pro o contro.

Sono certa che  esistano i medici e gli scienziati onesti, lontani dalla politica,  dagli interessi di bottega e da isterismi. Ci affidiamo a loro, con la speranza che ci diano risposte quanto più esaurienti e valide.  Per la salute della popolazione e non per una vittoria politica.

^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^

Come di consueto,  qui di seguito presento brevemente il numero on line da oggi. I titoli in grassetto portano direttamente ai relativi pezzi.  Questo per consentire anche a chi ha poco tempo, di poter sfogliare più facilmente il giornale.

Benefattori dell’Umanità

di A.D.Z.

Europa e Immigrazione

di Massimo Nardi

L’ Europa sull’immigrazione ha le idee chiare e ci avverte: attenzione, state giocando col fuoco. Eppure, la fame di soldi spacciata per civilta’, sta distruggendo l’Italia.

Giorgiana Masi e la fatica di conoscere la verita

di Alberto Venturi

Quarant’anni dopo si cerca  la verità sulla morte della studentessa italiana uccisa a diciotto anni durante una manifestazione di piazza nel 1977. 

Socrate e il bagnino

di Paolo Danieli

Dal problema immigrazione non sanno più come uscirne. Da un lato capiscono che per la legge fisica dell’impenetrabilità dei corpi  è impossibile trasferire in Italia un miliardo di negri, dall’altro non possono rimangiarsi tutte le balle sull’accoglienza che fanno parte del bagaglio politico della sinistra. Sono insomma in un vicolo cieco. O abiurano ai loro principi o scateneranno la rivolta degli italiani esasperati.

Soli con loro

di Eugenio Benetazzo

Le esternazioni di Boeri sembrano arrivate con una tempistica che faccia più propendere ad una necessità di opportunismo politico (ricordiamo chi lo ha voluto alla guida dell’INPS) più che di effettiva lungimiranza manageriale. Con la nauseante diatriba politica che sta andando in scena in Italia da qualche mese circa la necessità dello ius solis, serviva un monito istituzionale ispirato più sulla paura finanziaria che sulle effettive esigenze di politica economica del nostro paese

Auguro buone vacanze a chi in questo periodo sta godendo il meritato riposo. La tecnologia, che sovente critichiamo, ha anche  i suoi pregi, fra questo, sicuramente quello di mantenerci, se
lo vogliamo, in contatto. Spero che  anche in vacanza, abbiate il tempo di dare un’occhiata a Bice.

Auguro a  tutti buona settimana e buona lettura del n. 571 – 245

[ratings]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

In evidenza

Potrebbe interessarti anche...

Alla zappa! Tutti, senza distinzioni.

Nel recente passato e tutt’ora, anche se in misura minore, c’era l’abitudine di invitare alla zappa le persone negligenti, gli scansafatiche, gli incapaci … chi

Terzo mandato

La possibilità di un terzo mandato per i presidenti di regione è stato respinto in Commissione affari costituzionali del Senato; tutti contrari, maggioranza e minoranze

Mostra su Toulouse-Lautrec

Giovedì 22 febbraio 2024 inaugurata a Palazzo Roverella di Rovigo la grande Mostra su Toulouse-Lautrec (1864-1901) più di 200 opere per raccontare il sublime artista