Benedetta Fiorini (Forza Italia) debutta alla Camera: “”Porterò in Parlamento le problematiche del nostro territorio””

Condividi su i tuoi canali:

None
ROMA, 23 mar. – E’ iniziata ufficialmente la nuova legislatura. Stamattina Camera e Senato si sono riunite per l’insediamento e per eleggere i rispettivi presidenti. Tra i nuovi volti che hanno varcato per la prima volta la soglia di Montecitorio, c’è anche Benedetta Fiorini, eletta per Forza Italia nel collegio uninominale di Sassuolo. “”Oggi è stata una giornata particolare per me, in cui tante emozioni si sono intrecciate – spiega l’on. Fiorini – . Essere qui, per rappresentare il mio territorio e la mia gente, è un grande onore e sento la responsabilità del compito che mi è stato affidato. Qui con me ci sono tutte le persone che mi hanno dato fiducia e per le quali mi batterò””. Oggi i Deputati sono chiamati alle prime votazioni per eleggere il presidente della Camera. Votazioni chiuse con una fumata nera. “”Spero che le votazioni si chiudano con responsabilità, si trovi un’accordo per i presidenti e si inizi a lavorare per il nostro Paese. Mi auguro che venga trovata una soluzione che sia rispettosa del voto espresso dai cittadini il 4 marzo e che ci si metta subito al lavoro per formare un Governo e fare quello per cui gli italiani ci hanno mandato qui: risolvere i loro problemi. Come promesso in campagna elettorale, porterò all’attenzione del Parlamento e del Governo le problematiche delle nostre aziende che dobbiamo tutelare, aiutare e valorizzare in modo che possano crescere e creare lavoro e di tutto il nostro territorio, a partire dalla sanità e dalle infrastrutture””.
 
Ufficio stampa

 


 

IMG-20180323-WA0004.jpg (233 Kb)
 

Download

 
[ratings]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

In evidenza

Potrebbe interessarti anche...

Gettare il sasso e nascondere la mano…

È un copione assai noto: c’è chi lancia pubblicamente un metaforico sasso, offendendo, insinuando, accusando… in modo voluto e inequivocabile, qualcuno e poi, vigliaccamente, nega

Appunti sulle Amministrative

ASTENSIONISMO All’appello dei votanti manca la metà degli aventi diritto… e stiamo parlando di votare per la propria città, non solo per la lontana Europa.