Basi Usa: licenziamenti illegittimi di lavoratori italiani

Condividi su i tuoi canali:

None

La Fisascat chiede l’annullamento al Presidente Barak Obama

 

Dopo la richiesta di attivazione di un tavolo istituzionale ai ministeri del Lavoro, dell’Interno, degli affari Esteri e della Difesa per la risoluzione della vertenza che vede coinvolti circa 40 lavoratori delle installazioni militari in Italia di Napoli e Sigonella licenziati illegittimamente dal comando americano Jcpc, la Fisascat Cisl ha chiesto al presidente degli Stati Uniti di America Barak Obama di annullare la procedura e di ripristinare le corrette relazioni sindacali costruite in molti anni di rapporti istituzionali improntati sulla lealtà e sulla correttezza.

“Confidiamo nell’intervento del presidente Obama da sempre sensibile ai problemi sociali generati dalla mancanza di occupazione” ha dichiarato il segretario generale della Fisascat Pierangelo Raineri che, nella nota trasmessa, ha evidenziato peraltro la inconsueta modalità di comunicazione dei licenziamenti, priva di alcun criterio, e la mancanza di copertura sul fronte del sostegno al reddito e degli ammortizzatori sociali.

[ratings]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

In evidenza

Potrebbe interessarti anche...

“Come ti liquido la Slepoj !”

La prematura scomparsa della psicologa, scrittrice, giornalista Vera Slepoj, ha destato sorpresa e cordoglio ma c’è anche chi l’ha citata solo per il giudizio negativo

I Lions a favore del volontariato

A conclusione dell’anno lionistico 2023/2024, il Lions Club Modena Estense, congiuntamente al Lions Modena Romanica, hanno erogato un contributo di Euro 8.000,00 a favore della