Banche: il massimo scoperto, tolto per legge, viene reintrodotto di nascosto.

Condividi su i tuoi canali:

None

Approfittando del clamore della campagna elettorale alcune banche alla chetichella stanno rimettendo una odiosa tassa sui debiti che la legge  ha formalmente abrogato: la cosiddetta “commissione di massimo scoperto”.

Sparita per legge è stata reintrodotta cambiando solo il nome; per alcune sarà “indennità per sconfinamento” per altre “ disponibilità immediata fondi”.

In pratica i risparmiatori pagano due volte le tasse sui debiti.

Questa è una vergogna perché nella crisi più nera del dopo guerra con la gente che non arriva a fine mese questo significa favorire solo gli strozzini o i comportamenti da strozzini.

Con questa geniale trovata, migliaia di clienti che pensavano di poter cominciare a risparmiare qualche euro di interessi passivi, si vedranno costretti a pagare una nuova penale che li spingerà ancora più in basso.

Inoltre, le banche, non contente a sufficienza, scrivono ai loro clienti che: se entro sessanta giorni,   non intendono accettare le nuove regole, possano andarsene in un’altra banca.

Oltre al danno la beffa perché le banche sanno perfettamente che chi è indebitato il più delle volte non è in grado di estinguere il debito e cambiare banca.

Nel frattempo i politicanti, quelli che girano la città in lungo e largo grazie agli enormi finanziamenti ricevuti, cosa fanno? Chiacchiere e ancora chiacchiere.

E’ una situazione che non può continuare così. Chi è in difficoltà deve essere aiutato e subito. Il CODACONS mette a disposizione la propria sede per ricevere tutti i cittadini per assisterli in quella che chiamiamo sin d’ora

“ LA RIVOLTA DEGLI OPPRESSI DALLE BANCHE”

 

Il v. Presidente  Regionale  CODACONS

[ratings]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

In evidenza

Potrebbe interessarti anche...

**NOI CONTRO LE MAFIE**

Incontro con GIUSEPPE ANTOCI Venerdì 10 febbraio ore 21 Istituto Alcide Cervi via Fratelli Cervi 9 – Campegine (RE) conduce Pierluigi Senatore Giuseppe Antoci, ex