Bad Banks

Condividi su i tuoi canali:

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su email
Condividi su print
Condividi su whatsapp

Confesso che mi è venuta profondamente a noia la questione del Debito Pubblico, delle minacce della troika contro l’Italia, del balletto giallo-verde su tutte le questioni di governo. Noia che aumenta quando sento parlare preti da sbarco o pseudointellettuali già in canotta da mare


Tuttavia, nel silenzio estivo, le banche stanno nuovamente facendo i “loro sporchi comodi”. 
Ancora una volta la Germania fa i propri comodi, licenzia 18.000 persone e crea una “bad bank” da 77 mld (cioè espunge i crediti irrecuperabili dal bilancio e li mette in una struttura “neutra” dai contorni giuridici evanescenti – il capitalismo piega il Diritto a proprio uso e consumo, da sempre-).
Dal grafico si vede quali banche e quanto hanno “rubato” ai popoli europei. Se escludiamo la Svizzera ( con 88 mld di CHF), in 10 anni hanno creato un buco di 3.244,44 mld. che nessuno Stato potrà mai ripianare. Solo la BCE e la FED. Come? Stampando carta straccia, che, genuflessi, noi credenti, ci scambiamo. Ma fino a quando? 
Di certo, sia le banche centrali – come abbiamo già scritto – ma anche i fondi (che rappresentano i “soliti interessi” ) stanno facendo incetta di oro. 
A noi impediscono di stamparci, su carta riciclata, i nostri piccoli, miserevoli miniBot, per giocare a Monopoli 2.0 e pagare il fankazzismo del reddito di cittadinanza e la pioggia di assunzioni nelle Scuole e all’INPS.
Draghi lo ha sentenziato: è contro la legge! (La SUA e di chi rappresenta e non del popolo italiano).
Non puo’ non notarsi che piccoli Stati come la Scozia e l’Irlanda abbiano, con le loro banche, fatto un “buco” di 376 mld la prima e 77 mld la seconda. 
Tuttavia la UE ci dice che è preoccupata per le nostre banche.
Il problema dell’Italia non è attaccare ma non sapersi difendere quando pure abbiamo tutte le ragioni dalla nostra parte.
Last but not least: nel grafico del Financial Times non è riportata alcuna banca italiana

[ratings]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

In evidenza

Potrebbe interessarti anche...

Ripensare il turismo  futuro

La tragedia della Marmolada lascia  sgomenti e annichiliti, per la gravità del bilancio che si va aggravando di ora in ora, con due cordate di

Riflessioni sull’aborto

La decisione della Corte suprema statunitense di lasciare ad ogni stato dell’Unione la libertà di legiferare sul diritto all’aborto, ha riportato in prima pagina un