AUTOARTICOLATO FUORI STRADA, TANGENZIALE INTERROTTA PER ORE

Condividi su i tuoi canali:

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su email
Condividi su print
Condividi su whatsapp
None

 

(foto di Francesco Franz Zoboli )

Il mezzo, che trasportava un essiccatoio per ceramica, ha sbandato e la motrice è finita nel canale bloccando la strada che, chiusa verso le 12.20 è stata riaperta alle 19. Illeso l’autista

È stato riaperto al traffico alle 19 circa il tratto di tangenziale Mistral in uscita dalla Modena – Sassuolo, che era stato chiuso intorno alle 12.20 a causa dell’uscita di strada di un autoarticolato che proveniva da Formigine verso Modena, ed era diretto al casello autostradale. L’incidente non ha coinvolto altri veicoli e il conducente, un cittadino rumeno di 32 anni, non ha riportato ferite o traumi.

Secondo le prime ricostruzioni l’autista, per cause in corso di accertamento, ha perso il controllo del mezzo che ha sbandato, e quindi è finito con la motrice nel canale a destra della tangenziale, dopo aver travolto il guard-rail e la barriera di protezione. Il rimorchio, invece, che trasportava un container contenente un essiccatoio per ceramica destinato a essere imbarcato per l’Algeria, è rimasto sulla carreggiata, bloccando completamente la circolazione. Gli agenti della Polizia municipale intervenuti sul posto hanno elevato un verbale perché l’autoarticolato aveva le gomme lisce.

Sul posto sono intervenuti il 118 e i Vigili del fuoco con la Municipale che, per consentire il recupero del mezzo fuoriuscito e liberare la strada, ha provveduto a deviare il traffico, costringendo i veicoli a uscire dalla tangenziale all’uscita 17a per rientrare dall’uscita 16, con conseguenti rallentamenti della circolazione stradale.

Il recupero dell’autoarticolato, a causa soprattutto del suo peso, ha richiesto l’intervento di due speciali autogrù che, arrivate sul posto alle 14.15, hanno impiegato oltre tre ore e mezza per riuscire a togliere la motrice dal fosso e liberare poi la strada anche dal rimorchio.

Nel frattempo, la rottura del serbatoio ha causato lo sversamento di gasolio nel canale, che l’Arpa (Agenzia regionale per la protezione ambientale) ha chiesto di bonificare recuperando anche i detriti finiti nell’alveo. Per l’operazione erano arrivati sul posto mezzi e tecnici di Hera, che hanno potuto operare dalle 18 circa, oltre ai Vigili del fuoco che illuminavano l’area con una torre faro, mentre gli operatori comunali del Servizio Manutenzione e logistica hanno provveduto all’installazione della segnaletica. La strada è stata riaperta al traffico alle 19 circa.

[ratings]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

In evidenza

Potrebbe interessarti anche...

Ripensare il turismo  futuro

La tragedia della Marmolada lascia  sgomenti e annichiliti, per la gravità del bilancio che si va aggravando di ora in ora, con due cordate di

Riflessioni sull’aborto

La decisione della Corte suprema statunitense di lasciare ad ogni stato dell’Unione la libertà di legiferare sul diritto all’aborto, ha riportato in prima pagina un