Autore: Diego Marchiori

746 - 441 27 aprile 2021
Diego Marchiori

I soldi non riempiono le culle…

… ma l’assegno unico è un primo passo importante. Il Forum delle Associazioni familiari ha lavorato a lungo per tessere rapporti politici trasversali e far lavorare unitariamente la politica su un provvedimento comprensibile e più semplice rispetto al “Quoziente familiare” e al “Fattore famiglia fiscale”, oggetti questi di trent’anni di dibattiti.

Leggi tutto »
744 - 439 13 aprile 2021
Diego Marchiori

Una nave scarroccia e il mondo si ferma. Per ricordarci che non lo possiamo dominare

Quello che ci ricorda questo fatto è che l’umanità ipertecnologica vive un’illusione quotidiana di dominio sulla natura. Aggravata dalla sensazione che oggi tutto sia prevedibile tramite algoritmi, sistemi predittivi, sensori che comunicano real-time da un capo all’altro del mondo. Eppure basta un colpo di vento per bloccare buona parte del commercio mondiale.

Leggi tutto »
675 - 363 29 ottobre 2019
Diego Marchiori

Meno parlamentari, più Casta

Meno rappresentanti eletti, più casta. Questo hanno votato quasi tutti. Quindi c’è poco da esultare, nulla di cui menar vanto. Aver votato per ridurre ulteriormente la democrazia non è un servizio fatto al popolo sovrano, ma un atto di sottomissione a chi si sta impossessando della nostra sovranità.

Leggi tutto »
674 - 362 22 ottobre 2019
Diego Marchiori

Meno parlamentari, più Casta

Meno rappresentanti eletti, più casta. Questo hanno votato quasi tutti. Quindi c’è poco da esultare, nulla di cui menar vanto. Aver votato per ridurre ulteriormente la democrazia non è un servizio fatto al popolo sovrano, ma un atto di sottomissione a chi si sta impossessando della nostra sovranità.

Leggi tutto »
673 - 361 15 ottobre 2019
Diego Marchiori

Atto di sottomissione, non vittoria

Meno rappresentanti eletti, più casta. Questo hanno votato quasi tutti. Quindi c’è poco da esultare, nulla di cui menar vanto. Aver votato per ridurre ulteriormente la democrazia non è un servizio fatto al popolo sovrano, ma un atto di sottomissione a chi si sta impossessando della nostra sovranità.

Leggi tutto »
665 - 354 27 agosto 2019
Diego Marchiori

Simboli religiosi, identità popolare e propaganda politica

Parte dell’elettorato cattolico si ritrova indispettito dalle continue esposizioni politiche di alcuni religiosi in materia di immigrazione. Un elettorato che è anche confuso da una Chiesa che ha creato continui strappi tra insegnamento dottrinale e prassi pastorale, e quindi è alla ricerca di un’identificazione forte per riscoprire l’appartenenza ad una storia e ad una fede ritenuta da molti sotto minaccia

Leggi tutto »
658 - 344 18 giugno 2019
Diego Marchiori

Le comunità e i partiti

La distanza tra comunità e partiti riguarda la partecipazione alla politica attiva. All’ultima tornata elettorale si è registrata una grande differenza fra il risultato delle europee e quello delle comunali. La distanza tra comunità e partiti riguarda anche la differenza tra il consenso nazionale e quello locale. 

Leggi tutto »
654 - 340 21 maggio 2019
Diego Marchiori

Partecipare dà fastidio

La partecipazione democratica non colpisce soltanto l’impegno politico diretto, che riducendo la rappresentanza riduce anche i candidati espressione dei territori. Anche l’abolizione dei vitalizi va letta in tal senso. Potranno fare politica solo i ricchi e chi ha grosse coperture alle spalle da permettersi le ingenti spese richieste dall’azione politica. E poi la chiamano politica dal basso.

Leggi tutto »
650 - 335 16 aprile 2019
Diego Marchiori

Prima i valori o il contratto?

Il disegno di legge delega approvato dal Consiglio dei Ministri il 28 febbraio scorso in cui si vuole riscrivere il codice civile inserendo i contratti pre-matrimoniali, di fatto privatizza l’istituto del matrimonio come un qualsiasi contratto commerciale.

Leggi tutto »
In Evidenza

Articoli popolari

“Lei non sa chi  sono io”

Quando   qualcuno ritiene che gli siano  dovuti privilegi o cure speciali, impunità compresa, ricorre all’espressione  che ho scelto come titolo e che  può essere declinata

C’era una volta il medico di famiglia

Le decisioni del Governo per accorciare le liste d’attesa, se incideranno relativamente sulla loro lunghezza, sono almeno un segnale d’attenzione alla crisi della sanità italiana. Le opposizioni gridano

La Corsa più bella del mondo 

La Corsa più bella del mondo torna dall’11 al 15 giugno con una cavalcata di 2200 chilometri che le magnifiche vetture costruite fra il 1927 e il 1957 percorreranno in cinque tappe, come da format inaugurato lo