Autore: A.D.Z.

Società
A.D.Z.

Al Dio sconosciuto

In questi  giorni, per la  prima volta credo  nella vita di tutti,  sentiamo veramente  il problema della siccità… Per quanto sia endemico, sembrava solo un

Leggi tutto »
Uncategorized
A.D.Z.

Sicuri, come sul ghiaccio sottile

Nel “villaggio globale” è inevitabile che tutto ciò che accade nel pianeta Terra sia riferito, spiattellato, presentato, come in una eterna diretta, una telecronaca sullo

Leggi tutto »
Uncategorized
A.D.Z.

Referendum e dintorni

Ogni  chiamata alle urne dovrebbe, secondo me, costituire un impegno, un dovere… nonché il  sacrosanto esercizio di un diritto. Gli elettori,  benché amareggiati e disillusi,

Leggi tutto »
799-492 Maggio 2022
A.D.Z.

In che mani siamo

Anche Draghi, all’inizio della sua (e nostra…) avventura alla guida del Governo, praticamente era ad un passo dall’essere canonizzato… ora non solo si è rivelato

Leggi tutto »
Son tutte belle le mamme del mondo...
798 - 491 10 maggio 2022
A.D.Z.

Son tutte belle le mamme del mondo…

Il sentimentalismo di maniera travisa l’insostituibile legame madre-figlio, offende e sminuisce questo nobile moto dell’anima, riducendolo a qualcosa di stucchevole, tale da venire a noia;

Leggi tutto »
796- 489 26 aprile 2022
A.D.Z.

“… quest’atomo opaco del Male…”

Non bastavano le guerre, disseminate ovunque, non solo in Ucraina, ai grandi orrori di ogni guerra, Inferno per antonomasia, si aggiungono altri orrori.  La Terra, “… quest’atomo opaco del Male…”, come lo definì Giovanni Pascoli, è la nostra casa comune e il Male è nei grandi e nei piccoli nostri orrori quotidiani.

Leggi tutto »
794 486 5 aprile 2022
A.D.Z.

Lacrime di coccodrillo

Apprendere che è iscritto  nel registro degli indagati per  “omicidio preterintenzionale” chi ha massacrato un  anziano indifeso lascia  sgomenti. Intollerabili, inoltre, sono le lacrime di coccodrillo puntualmente spremute dall’assassino … che si dice dispiaciuto. Già, dispiaciuto  come se avesse pestato inavvertitamente un piede, al povero Adriano Armellin e non gli avesse, invece, fracassato il cranio a bottigliate.

Leggi tutto »
In Evidenza

Articoli popolari

Al Dio sconosciuto

In questi  giorni, per la  prima volta credo  nella vita di tutti,  sentiamo veramente  il problema della siccità… Per quanto sia endemico, sembrava solo un

Gli italiani non votano…

Ci sono frasi che rimangono nella memoria delle persone e nella storia di un popolo. Una di queste, pare sia state detta da Vittorio Emanuele

Il salario minimo?  Davvero?

Il salario minimo verrà applicato anche agli schiavi che lavorano per tre euro l’ora, al sud e al nord, o per loro nulla cambia in

‘I dolori del giovane Giggino”

Normalmente un movimento qualunquista dura tre o quattro anni. Il M5S , che è il prototipo del qualunquismo populistico per eccellenza, è durato oltre 12