ANCHE IL PROSSIMO 13 AGOSTO L’INIZIATIVA PROMOSSA DAL CONSORZIO

Condividi su i tuoi canali:

None

 

 “Bau House”, oasi di relax per gli amici a 4 zampe

Fino al 24 settembre offriranno ombra e acqua fresca per fare riposare i cani; presenti anche le associazioni animaliste che illustreranno le loro attività. La personalizzazione dell’immagine è stata curata dall’artista carpigiano Bund

  

 

Piace ai modenesi e ai loro fedeli amici a quattro zampe l’idea del Consorzio il Mercato di creare tre oasi di ristoro per tutti i cani che accompagnano i loro proprietari al tradizionale Mercato del lunedì al parco Novi Sad. “Abbiamo ricevuto molti consensi da parte degli amanti degli animali e questo ci incoraggia a proseguire in questa direzione. Crediamo che anche questo, per quanto piccolo, sia un segno di civiltà e di attenzione per rendere ancora più accogliente il mercato” evidenzia soddisfatto Guido Sirri, presidente del Consorzio.

 

I frequentatori del mercato accompagnati dai loro cani anche lunedì prossimo, 13 agosto, troveranno quindi le Bau House, vale a dire tre gazebo personalizzati e facilmente riconoscibili dislocati in punti diversi dove trovare ombra e acqua fresca da bere in pratiche ciotole monouso. Sotto i gazebo si potranno incontrare inoltre volontari delle associazioni per la tutela dei diritti degli animali che risponderanno volentieri a tutte le domande riguardanti le loro attività.

 
 
 
Gianluigi Lanza
_______________

 


 

BAU HOUSE 3.JPG (695 Kb)
 

Download

BAU HOUSE 1.JPG (405 Kb)
 

Download

BAU HOUSE 2.JPG (460 Kb)
 

Download

 
[ratings]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

In evidenza

Potrebbe interessarti anche...

Razzismo, vittimismo, protagonismo

Così come nulla impedisce al sole di sorgere, nulla impedisce che a febbraio  si  rinnovi l’appuntamento  con il  Festival di Sanremo. Soltanto un extraterrestre potrebbe

Acutil

Ricordo che mia madre mi faceva assumere questo medicinale, citato nel titolo, durante il periodo scolastico (ai miei tempi non si chiamava integratore) per favorire