ANCHE IL PROSSIMO 13 AGOSTO L’INIZIATIVA PROMOSSA DAL CONSORZIO

Condividi su i tuoi canali:

None

 

 “Bau House”, oasi di relax per gli amici a 4 zampe

Fino al 24 settembre offriranno ombra e acqua fresca per fare riposare i cani; presenti anche le associazioni animaliste che illustreranno le loro attività. La personalizzazione dell’immagine è stata curata dall’artista carpigiano Bund

  

 

Piace ai modenesi e ai loro fedeli amici a quattro zampe l’idea del Consorzio il Mercato di creare tre oasi di ristoro per tutti i cani che accompagnano i loro proprietari al tradizionale Mercato del lunedì al parco Novi Sad. “Abbiamo ricevuto molti consensi da parte degli amanti degli animali e questo ci incoraggia a proseguire in questa direzione. Crediamo che anche questo, per quanto piccolo, sia un segno di civiltà e di attenzione per rendere ancora più accogliente il mercato” evidenzia soddisfatto Guido Sirri, presidente del Consorzio.

 

I frequentatori del mercato accompagnati dai loro cani anche lunedì prossimo, 13 agosto, troveranno quindi le Bau House, vale a dire tre gazebo personalizzati e facilmente riconoscibili dislocati in punti diversi dove trovare ombra e acqua fresca da bere in pratiche ciotole monouso. Sotto i gazebo si potranno incontrare inoltre volontari delle associazioni per la tutela dei diritti degli animali che risponderanno volentieri a tutte le domande riguardanti le loro attività.

 
 
 
Gianluigi Lanza
_______________

 


 

BAU HOUSE 3.JPG (695 Kb)
 

Download

BAU HOUSE 1.JPG (405 Kb)
 

Download

BAU HOUSE 2.JPG (460 Kb)
 

Download

 
[ratings]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

In evidenza

Potrebbe interessarti anche...

Gettare il sasso e nascondere la mano…

È un copione assai noto: c’è chi lancia pubblicamente un metaforico sasso, offendendo, insinuando, accusando… in modo voluto e inequivocabile, qualcuno e poi, vigliaccamente, nega

Appunti sulle Amministrative

ASTENSIONISMO All’appello dei votanti manca la metà degli aventi diritto… e stiamo parlando di votare per la propria città, non solo per la lontana Europa.