aggiudicazione del Modena Calcio; non siamo in presenza di violazioni di leggi?

Condividi su i tuoi canali:

None

 

Consiglio Comunale

Gruppo Consigliare Forza Italia

 

 

Oggetto: aggiudicazione del Modena Calcio; non siamo in presenza di violazioni di leggi?

 

 

Premesso che sottoscriverò  due abbonamenti al Modena Calcio che, come avevo preannunciato avrei fatto chiunque vincesse, non posso non rilevare un punto che mi pare debole di questa “aggiudicazione” : l’assetto societario della società aggiudicatrice “la Pro Modena” ssdrl

 

Com’è possibile che vigente il divieto di  d’intestazione fiduciaria di cui all’art.17 della legge 19 marzo 1990, legge richiamata  nell’allegato 2 dell’ “Indagine conoscitiva rivolta a soggetti singoli o raggruppati interessati a rappresentare la città di Modena …” il 62,5% del capitale sociale appartenga a soggetti che, pur degnissime persone, palesemente non hanno il “respiro economico” necessario a portare avanti un Piano d’investimenti che prevede spese per 2 milioni di euro SOLO il primo anno?

 

E’ palese che queste quote, in particolare la quota di Doriano Tosi, paiono essere a disposizione per successive cessione di quote e di capitali; ma in questo caso non si viola pesantemente proprio quel divieto esplicito di INTESTAZIONE FIDUCIARIA?

 

Così parrebbe essere non solo per ragionamento ma anche come risulta in interviste giornalistiche, mai smentite, come quella della Gazzetta di Modena del 13 aprile 2018

 

 

 

                                                                                                                                                                                 

[ratings]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

In evidenza

Potrebbe interessarti anche...

L’arco e le frecce

Un tragico incidente, un’uscita fuori strada autonoma, uno dei tanti drammi che insanguinano le nostre strade. Così, poteva essere reso noto e archiviato, ciò che

Non ti fidar dell’acqua cheta

Sull’Ansa ho trovato il lungo elenco di catastrofi provocate da frane e alluvioni in Italia negli ultimi settant’anni: 101 vittime nel Polesine (1951), 325 persone

Gli ambientalisti nelle pinacoteche

L’ultima moda di certi ambientalisti è utilizzare le pinacoteche ed i musei per protestare. Così in questi giorni cinque attivisti di ‘Ultima generazione’ sono entrati