Abbasso le quarantenni in carriera.

Condividi su i tuoi canali:

None

(questo che segue è il commento all’articolo Liscia, gasata o…insapore? pervenutoci a firma Maria)

Del suo articolo, composito e variegato e che ha toccato molti aspetti, assai interessanti, mi hanno colpito in modo particolare alcuni passi riguardanti le Donne, le spiace se uso questa iniziale in onore del genere cui appartengo?

Ho letto termini e concetti che nemmeno il peggiore misogino userebbe più… “”femmine””… “”virago””…”. divenute troppo repentinamente protagoniste e autonome dall’influenza o dal dominio dei loro mariti, colleghi e fidanzati””…

Posso mettere un punto esclamativo,e interrogativo, pure?!?

Che peccato che proprio al Suo tavolo ci sia stata una tale concentrazione di queste “”creature””... forse Le hanno guastato un po’ il piacere del cibo cui da buon modenese Lei indulge. Poco più avanti, con un volo pindarico degno di questa grande causa, Lei confronta con indignazione il baratro esistente tra la diversa condizione femminile di chi è vittoriosamente impegnata in politica, o comunque nella carriera…e le donne e le bambine, che, contemporaneamente, in tutto il mondo, sono umiliate, massacrate, offese, avvilite, o annientate…Ma se Lei, uomo, riesce “”dopo uno sbadiglio contagioso a superare l’orrore”” sappia che per una donna questo non sarà mai possibile perché ogni donna soffre e inorridisce per chi è umiliata, massacrata, offesa, avvilita, annientata …E allo stesso tempo, ogni donna  è orgogliosa delle mete che altre donne raggiungono, con intelligenza, tenacia, talento, determinazione.

Per una serie di motivi simpatizzo con Nancy D’Alessandro Pelosi, piuttosto che con Hilary Clinton, ma in ogni caso, le mie simpatie e la mia stima vanno a tutte le persone, uomini e donne, che onorano la specie umana con l’intelligenza, la rettitudine, la conoscenza, l’impegno politico, l’amore e il rispetto, per sé e per gli altri, a qualunque razza, religione, cultura, partito politico appartengano. Sono razzista, e me ne vanto, soltanto con chi è sguaiato, ignorante, vile, inutile.

Due cose vorrei chiederle, anche se il contraddittorio su Bice non esiste e i commentati raramente rispondono…Non ha parlato di chi umilia, massacra, offende, avvilisce, annienta le donne… sono forse le quarantenni in carriera? E, quelle cifre stratosferiche, usate per le costose campagne elettorali delle due esponenti del partito democratico in USA,  l’avrebbero, forse, fatta sussultare meno se a spenderle fosse stato un rappresentante del Suo sesso?

Gli uomini che umiliano, massacrano, offendono, avviliscono, annientano le donne, fanno questo perchè le temono e questa forma  esasperata di misoginia è l’affermazione della propria nullità. Lei ha citato anche due scrittori, Magdi Allam e Giampaolo Pansa, chiedendosi se dobbiamo prendere lezioni da loro …Io credo di sì, come credo sia giusto per chiunque ci parli con la voce della verità e del raziocinio. Qualcuno per esempio ha liquidato l’On. Santanchè, definendola il catalogo vivente degli interventi che esegue l’ex marito, (di cui ha mantenuto il cognome) un noto chirurgo estetico…sarà anche vero, ma a parte questo, e a parte il suo evidente narcisismo, che le fa cercare sempre la perfetta inquadratura con la telecamera, prima di parlare, io l’apprezzo e trovo giusta e condivisibile la sua difesa della libertà delle donne islamiche, che è poi la libertà delle donne, semplicemente… e sono convinta che ci sia da imparare anche da lei, come dai predetti Allam e Pansa. Non possono essere le etichette di questo o quel partito, di questa o quella religione, di questo o quel nome a frenare lo scambio delle idee.

Voglio tornare infine sull’argomento che più di tutti mi sta a cuore del Suo interessante articolo.

“Mi parve di intuire la sua domanda angosciata: quale sarà il nostro futuro con al fianco queste nuove creature che come macchine impietose e determinate travolgono chi anche involontariamente si mette loro di traverso…Si avvertiva il disagio di sentirsi senza più un punto di appoggio “

Ma chi l’ha detto, e perché poi il disagio… il mondo è fatto di uomini e donne che si stimano reciprocamente, che non sono rivali, bensì alleati, sempre…Non credo di essere stata una privilegiata, ma non mi è mai accaduto di avere una rivalità con un collega, o un amico, né, tantomeno, l’ho suscitata…ho avuto la fortuna di avere un padre eccezionale e un marito che lo è altrettanto… e che mi hanno sempre ammirata e sostenuta nei miei piccoli successi, scolastici o professionali, oltre i miei meriti probabilmente…ma che, soprattutto, hanno la mia incondizionata ammirazione e il mio sostegno… e come me, milioni e milioni di altre donne fanno, ogni giorno…Non abbiamo riposto le ali, sono soltanto piegate, sotto la giacca di un tailleur, sotto una toga, un camice, un’uniforme…Forse a qualcuno sfuggono, perché non le sa vedere, ma le nostre ali ci sono sempre e sono la nostra forza, anche quando siamo donne in carriera…

P.S.

Sapremo subito, nonostante il Suo giusto riserbo, gentile signor Italiota, chi Lei è realmente…se nessuno la beccherà impietosamente per non aver messo nome, cognome e patronimico, se nessuno farà illazioni su motivazioni simil-delittuose, se nessuno troverà da ridire sulla sua prosa, se le verranno risparmiate battute, se nessun censore armato di forbici affilate le ridurrà i testi …

Però un dubbio mi attanaglia…un certo credo politico Le avrebbe impedito di usare uno pseudonimo così facilmente riconducibile alle popolazioni di stirpe greca che abitarono nell’Italia meridionale…Non sia mai!

Se, invece, Lei vuole, con Italiota, definirsi sempliciotto, ottuso o di scarsa cultura…vorrei avvisarLa che questo genere di captatio benevolentiae non è molto efficace, quando ad usarla è chi, come Lei, invece ha ben altra considerazione di sé.

 

 

[ratings]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

In evidenza

Potrebbe interessarti anche...

Viva Natale, tra sogni, botteghe e castelli

Il nostro territorio, la vostra scoperta! Viva Natale, tra sogni, botteghe e castelli Giovedì 8 DicembreCastelvetro di Modena Con il Mercatino Natalizio dell’enogastronomia e dell’artigianato si apre la

DA DOMANI SASSUOLO ACCENDE IL NATALE

Come da tradizione domani, 8 Dicembre Festa dell’Immacolata Concezione, a Sassuolo inizia ufficialmente il periodo di avvicinamento al Natale con l’accensione delle luminarie in tutto

“Misteri e Magie in galleria”

Domenica 11 dicembre ultimo appuntamento con la rassegna di animazioni per bambini Nuova tappa della rassegna dedicata ai bambini che si svolge al Castello di