Abbandono rifiuti: sanzioni e attività di sensibilizzazione per evitarlo

Condividi su i tuoi canali:

Sono 160 i verbali inviati a seguito dei controlli con le fotocamere installate alle isole ecologiche e in punti segnalati del territorio

A fine settembre erano 160 le sanzioni comminate dalla Polizia locale di Fiorano Modenese per abbandono di rifiuti. Tuttavia l’attività sanzionatoria è solo una piccola parte degli sforzi fatti dal Comune e dal gestore del servizio in termini organizzativi, partecipativi e formativi per aiutare i cittadini ad adottare con consapevolezza la raccolta differenziata, tra cui anche il potenziamento del ritiro a chiamata di rifiuti ingombranti, confermando che il contrasto all’abbandono dei rifiuti tiene insieme la gestione e il monitoraggio, la sensibilizzazione e la deterrenza. Tutte attività che hanno prodotti ottimi risultati in termini di percentuali di differenziazione, 83% (dato medio da inizio anno a fine agosto 2023).

Le 160 violazioni contestate sono il risultato degli accertamenti fatti tramite cinque fotocamere, le cosiddette “fototrappole”, installate sul territorio comunale fioranese al fine di contrastare il fenomeno dell’abbandono rifiuti.

Tre di queste sono utilizzate per il controllo degli ingressi delle isole ecologiche, dove è considerato abbandono anche il lasciare rifiuti davanti al cancello negli orari di chiusura della struttura. Le restanti due sono impiegate a rotazione nei luoghi dove gli abbandoni avvengono più frequentemente, in base alle valutazioni della Polizia Locale, dell’Ufficio Ambiente ed alle segnalazioni.

A queste sanzioni si aggiungono una decina di accertamenti fatti dal gestore del servizio, Hera Spa, per abbandoni presso le batterie di contenitori. Si tratta di un numero per ora limitato di verbali perché, in accordo con il Comune di Fiorano Modenese, Hera ha lasciato alcuni mesi di tempo per consentire ai cittadini di abituarsi al nuovo sistema di raccolta differenziata dei rifiuti, partito a inizio anno, prima di cominciare a comminare sanzioni.

“La grande maggioranza dei cittadini sta affrontando con serietà il nuovo sistema di raccolta rifiuti,  con buoni risultati complessivi, e di questo siamo fieri. – sottolinea il sindaco di Fiorano Modenese, Francesco Tosi – Purtroppo c’è ancora chi non ha ritirato il tesserino per aprire il cassonetto, nonostante i solleciti, e registriamo infatti degli abbandoni  di sacchetti  fuori dal  cassonetto.

Ormai sono passati diversi mesi dall’avviamento di questo tipo di raccolta, per cui ora non si può, purtroppo, non ricorrere a delle sanzioni per chi non rispetta le regole e il decoro del territorio. Questa è la ragione per  cui queste trasgressioni e forme di maleducazione vengono ora sanzionate. Avevamo detto fin dall’inizio che avremmo atteso alcuni mesi che la gente familiarizzasse col nuovo sistema ma che, a un certo punto, se proprio un cittadino non capisce le parole, si sarebbe proceduto con le multe, nell’interesse di tutti. 

Ci tengo a far sapere che i proventi delle sanzioni vanno tutti a diminuire l’importo delle bollette e cioè vengono utilizzati per pagare il servizio, a beneficio dunque di tutti i cittadini oltre che dell’ambiente.”

[ratings]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

In evidenza

Potrebbe interessarti anche...

Alla zappa! Tutti, senza distinzioni.

Nel recente passato e tutt’ora, anche se in misura minore, c’era l’abitudine di invitare alla zappa le persone negligenti, gli scansafatiche, gli incapaci … chi

Terzo mandato

La possibilità di un terzo mandato per i presidenti di regione è stato respinto in Commissione affari costituzionali del Senato; tutti contrari, maggioranza e minoranze

Mostra su Toulouse-Lautrec

Giovedì 22 febbraio 2024 inaugurata a Palazzo Roverella di Rovigo la grande Mostra su Toulouse-Lautrec (1864-1901) più di 200 opere per raccontare il sublime artista