A Tiziana Risola

Condividi su i tuoi canali:

None

Ci sono momenti nella vita di tale sconforto, di tale dolore e tristezza che non si ha certo voglia di parlare né tantomeno scrivere o fare. e questo per me, leghista emiliano e modenese, è uno di quei momenti anche se è proprio per il fatto di essere ospitato per questa lettera su “” Dabicesidice”” che voglio ricordare a tutti la nostra Tiziana Risola, Segreteria Provinciale del Movimento a Modena, che ci ha lasciati la settimana scorsa vinta da un male incurabile a soli 47 anni.
E’ stata una persona vitale, combattiva, capace di grande indignazione al pari di una sua grande forza morale e intelligenza non comune che lascia un vuoto incolmabile: mi spiace dirlo, anche se può essere motivo di orgoglio e di riscatto, ma senza di Lei non sarà più come prima in un’Emilia rossa dove il consenso per la Lega sta diventando tanto più consistente quanto più ristretto ma qualificato  il numero di quelli che fanno veramente politica con grande passione e competenza per il nostro Movimento Tiziana, vicedirigente di un’azienda leader mondiale nel settore ceramico, aveva coronato la sua tenace militanza nel lontano 1999 candidandosi a Sindaco per il suo importante e problematico Comune, Sassuolo, di oltre 40mila abitanti, riuscendo così per la prima volta a dare voce alla Lega Nord in Consiglio Comunale; e tutti, avversari politici per primi, ne stanno tuttora ricordando la lealtà, la serietà e la sensibilità, merce assai rara nella politica degradata che conosciamo.E’ giusto citare il suo coraggio di idealista, sorretta dalla fede profonda di essere nel giusto a fronte dei riconoscimenti della Gente comune che l’ha apprezzata nelle battaglie contro il dilagare della criminalità extracomunitaria, nella fermezza contro ogni sorta di illegalità e solidarismo di comodo coi soldi di pantalone ma anche nella capacità di sostenere in particolare tutte le politiche sociali care al nostro Movimento, dalla tutela dei minori alla promozione dei nostri giovani, passando per la denuncia sempre molto acuta e puntuale di tutti gli sprechi possibili di denaro pubblico.. A rimarcarne l’assoluta importanza delle lotte intraprese per la nostra Gente sono intervenuti via via negli anni, nostri Europarlamentari, deputati nazionali ed anche ex-ministri, di certo convinti dalla sua levatura ad intervenire sui temi più scottanti, come la sicurezza al famoso quartiere Braglia. Era scomoda la nostra militante e Consigliera, anche e soprattutto per il fatto di smentire lo stereotipo femminile della donna che sta a casa e non si occupa di politica o di cose “”maschili””, stereotipo falso sul quale la sinistra emiliana è sempre pronta a marciare rivendicando palliativi o forzature che proprio Tiziana ha saputo smascherare a suon di fatti e prese di posizione incontrovertibili.
Per me, in Consiglio Regionale come nel Movimento, era ma resterà un riferimento come per tutta la militanza leghista emiliana e sono fiero di averla citata ad esempio nella recente seduta di Consiglio Comunale svoltasi nella mia Città, Modena, per celebrare il sessantesimo anniversario del suffragio universale e, quindi, il riconoscimento del voto alle donne: di Tiziana ho parlato come nostro orgoglio di Padani assurta a Segretaria Provinciale è cioè a leader di tutti noi.
Lei ci ha regalato un entusiasmo senza pari riuscendo con la sua persona a trasformare la Lega Nord in quella eccezionale novità che tantissimi invocano nella decrepita Emilia rossa e prova ne è stato il precipitarsi in questa campagna elettorale di politici ulivisti proprio a Sassuolo come a Pavullo per drenare l’attivismo leghista, riportando però indifferenza o talvolta qualche ostilità. 
Credo, dicendolo un po’ con commozione, che Tiziana Risola abbia regalato degli anni veramente belli a tutti noi leghisti modenesi ma voglio anche credere che il nostro Movimento, pur assorbendo troppe delle sue energie, le abbia dato una soddisfazione morale e personale appagandola fino all’ultimo giorno. Voglio ricordarla strafelice comunque per i suoi successi e per il riconoscimento della nostra Gente che è stata la sua missione compiuta !

                                     

 l’ultimo saluto letto in onore di Tiziana

Cara Titti, tu lascerai un grande vuoto nei nostri cuori,
il ricordo che porteremo è come una scalfittura impressa
che non potrà mai essere rimarginata.

Ti abbiamo sempre apprezzato per il tuo coraggio,
la tua passione dedicata alla politica,
il tuo grande amore per Sassuolo e per tutta
la Comunità.

Grazie per essere stata sempre in prima fila,
grazie per quello che hai fatto
sei stata una protagonista non solo per Sassuolo,
ma per tutto il nostro movimento.

Per la tua straordinaria capacità,
per il tuo carattere fiero di essere leghista,
per la tua determinazione ti abbiamo voluto
alla guida provinciale del nostro movimento
disgraziatamente troppo breve.

Abbiamo provato con te, con ogni mezzo
a vincere la tua battaglia contro a quel male
stramaledetto che ti ha allontanata da noi,
dalla tua famiglia, dalla tua gente.

Non sarà facile continuare le tue imprese,
ma ti assicuro che porteremo avanti il tuo programma,
noi ce la metteremo tutta,
seguiremo le tue proposte i tuoi consigli.

Sarai sempre con noi nelle nostre lotte perché ora tu
vivi nei nostri cuori,
Cara amica e Sorella Padana.

[ratings]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

In evidenza

Potrebbe interessarti anche...

FESTIVAL FRANCESCANO

Sabato 23/9, ore 16 📍 Cappella Farnese, Bologna 💬 Omelia per gli invisibili 🗣️ Giovanni Checchinato, Vincenza Rando Conduce Pierluigi Senatore «Se un cristiano va

Umanisti e Una ballerina sulla luna

Venerdì 22 settembre alle ore 18.30 il Grand Hotel di Rimini ospiterà la presentazione del libro “Umanistili e Una ballerina sulla luna” di Elisa Rovesta (NFC Edizioni).  Durante la serata, moderata da Beatrice Bacchi, l’autrice