A Gesù Bambino

Condividi su i tuoi canali:

None

« Parlavo vivo a un popolo di morti.

Morto alloro rifiuto e chiedo oblio. »

 (da Epigrafe)

 Bastano queste parole per descrivere Umberto Saba,[1] scrittore e poeta, anima schiva e insieme fiera.

Chi scrive per passione  non cerca il consenso e non è deluso dall’indifferenza…ma disdegna con fierezza gli onori postumi e ipocriti.

Ad essi preferisce la grandezza dell’oblio.

A.Z.

 

 

A Gesù Bambino

 La notte è scesa

e brilla la cometa

che ha segnato il cammino.

Sono davanti a Te, Santo Bambino!

Tu, Re dell’universo,

ci hai insegnato

che tutte le creature sono uguali,

che le distingue solo la bontà,

tesoro immenso,

dato al povero e al ricco.

Gesù, fa’ ch’io sia buono,

che in cuore non abbia che dolcezza.

Fa’ che il tuo dono

s’accresca in me ogni giorno

e intorno lo diffonda,

nel Tuo nome.


[1] Umberto Saba, pseudonimo di Umberto Poli

(Trieste, 9 marzo 1883 – Gorizia, 25 agosto 1957), poeta e scrittore.

Per  chi desidera  rinfrescare i ricordi scolastici, inserisco il link   http://it.wikipedia.org/wiki/Umberto_Saba

 

[ratings]

Ultimi articoli

I nostri social

Articoli popolari

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

In evidenza

Potrebbe interessarti anche...

Parte il tour itinerante

Al Castello Montecuccolo a Pavullo nel Frignano (Mo) partirà il tour itinerante della copia della corona di Mary of Modena” in occasione sarà illustrato il

Grande fucile, piccolo cervello

L’attentato a Trump  ha mostrato gli incredibili punti  deboli, le falle nella sicurezza, della più grande democrazia del mondo anche se non sono mancati anche

Concorso Futuri Maestri

Sabato 13 luglio alle ore 18.30, presso Spacegallery di via Bonaccini 11, si è svolta la seconda edizione del concorso Futuri Maestri – Eccellenze creative