A Casa Corsini laboratorio di laseer cutter

Condividi su i tuoi canali:

None

 

 

 

Lunedì 28 maggio dalle 19,30 alle 21,30, a Casa Corsini, il centro del Comune di Fiorano Modenese fablab e coworking, a Spezzano, si svolge il laboratorio di Laser Cutter con abilitazione alla macchina Workline in programma.

Con la Laser Cutter è possibile tagliare e incidere legno, plexiglass, alluminio anodizzato, vetro, pietra, stoffa, feltro, pelle, carta e cartone. Si parlerà di sicurezza e caratteristiche della macchina, conoscenza del software, materiali, banche dati di file, trasformazione di file grafici.

Il laboratorio è tenuto dal maker Sebastian D’Amico, per la partecipazione è richiesto un contributo di 30 euro inclusa quota sociale Lumen. Per informazioni e iscrizioni: Casa Corsini, via Statale 83, Spezzano di Fiorano Modenese (MO), tel. 0536 240190, mail info@casacorsini.mo.it.

 

 

 

A Casa Corsini laboratorio di laser cutter

Lunedì 28 maggio

 

Lunedì 28 maggio dalle 19,30 alle 21,30, a Casa Corsini, il centro del Comune di Fiorano Modenese fablab e coworking, a Spezzano, si svolge il laboratorio di Laser Cutter con abilitazione alla macchina Workline in programma.

Con la Laser Cutter è possibile tagliare e incidere legno, plexiglass, alluminio anodizzato, vetro, pietra, stoffa, feltro, pelle, carta e cartone. Si parlerà di sicurezza e caratteristiche della macchina, conoscenza del software, materiali, banche dati di file, trasformazione di file grafici.

Il laboratorio è tenuto dal maker Sebastian D’Amico, per la partecipazione è richiesto un contributo di 30 euro inclusa quota sociale Lumen. Per informazioni e iscrizioni: Casa Corsini, via Statale 83, Spezzano di Fiorano Modenese (MO), tel. 0536 240190, mail info@casacorsini.mo.it.

 

[ratings]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

In evidenza

Potrebbe interessarti anche...

La tragedia di Firenze

Il disastroso crollo nel cantiere edile in via dei Martiri, a Firenze,  oltre al problema della sicurezza, drammaticamente ha rivelato cose che purtroppo, pur essendo

Mons. Giacomo Morandi e il suo Non Expedit

Subito dopo l’Unità d’Italia, alcuni sacerdoti prima e poi voci della Chiesa  sempre più ufficiali dichiararono sconveniente e quindi inaccettabile la partecipazione dei cattolici alle