8 MARZO, “NON UNA DI MENO”

Condividi su i tuoi canali:

None
    
MODENA 
Ufficio Stampa

Titolo notizia: 8 MARZO, “NON UNA DI MENO”: SCIOPERO NAZIONALE DELLA SCUOLA-UNIVERSITÀ PER LA GIORNATA DELL’8 MARZO 

 

comunicato stampa 6/3/2017 

8 MARZO, “NON UNA DI MENO”: SCIOPERO NAZIONALE DELLA SCUOLA-UNIVERSITÀ PER LA GIORNATA DELL’8 MARZO 
 

Il sindacato scuola-università Flc/Cgil aderisce allo sciopero nazionale del Comitato “Non una dimeno” proclamato per la giornata dell’8 marzo
Anche a Modena, è dunque sciopero per tutta la giornata dell’8 marzo delle scuole di ogni ordine e grado, delle lavoratrici e dei lavoratori dell’università, della ricerca, dall’alta formazione artistica e musicale e della formazione professionale. 

Ni una menos è la sfida lanciata dalle donne argentine in tutto il mondo, per chiamare alla lotta e allo sciopero globale contro la violenza maschile sulle donne. 
Dall’inizio della crisi, l’attacco ai diritti del lavoro e di cittadinanza vede soccombere soprattutto le donne sul piano del salario e del ruolo sociale. 
Nei nostri comparti della conoscenza la mancanza del rinnovo del Contratto nazionale di Lavoro e di una soluzione definitiva dell’annoso problema del precariato in tutti i settori, hanno contribuito ad indebolire la potestà di tutela, mettendo in difficoltà ancora una volta soprattutto le donne. 
In questo contesto, per educare alla parità di genere e sradicare la cultura della violenza sulle donne, l’istruzione, la ricerca, l’alta forazione artistica e musicale e la formazione professionale rivestono un ruolo centrale e strategico: dalla scuola dell’infanzia all’università, dalle accademie ai conservatori, l’educazione alle differenze deve essere una pratica diffusa che superi la cultura formale delle pari opportunità. 
Affrontare in modo critico il tema delle violenze di genere e far emergere le relazioni di potere che si instaurano attraverso gli stereotipi maschili e femminili deve essere obiettivo della scuola pubblica.Nell’ambito di queste considerazioni si rafforzano le motivazioni che continuano a  vederci determinati contro la legge 107/15 (La Buona Scuola), una riforma che impedisce alla scuola di essere unlaboratorio di civiltà, all’interno del quale sperimentare punti di vista condivisi nel rispetto di tutte le differenze. 
Aderire allo sciopero mondiale dell’8 marzo 2017 per i lavoratori della Conoscenza significa parlare di tutti i temi che abbiamo messo in campo in questi anni, restituire all’Istruzione e alla Ricerca obiettivi di qualità e a tutto il personale dei nostri comparti la dignità sociale e professionale che deve connotare le lavoratrici e i lavoratori dei settori pubblici, avamposto dello stato sociale. 

La Flc/Cgil di Modena invita tutti e tutte a partecipare al presidio che si terrà il pomeriggio dell’8 marzo alle ore 18 in piazza Mazzini. 

      

 


 

8 marzo Flc.jpg (178 Kb)
 

Download

 
[ratings]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

In evidenza

Potrebbe interessarti anche...

Leva obbligatoria

La politica italiana gioca ai soldatini senza nemmeno sapere le regole del gioco. La politica italiana conferma la sua impreparazione sui temi militari e questa