700 bambini a scuola di alimentazione e ambiente

Condividi su i tuoi canali:

None

La scuola ha aperto le porte alla campagna per imparare come si producono i buoni prodotti agricoli e quali sono i principi della corretta alimentazione: 700 bambini di 40 classi delle scuole primarie della Provincia di Modena, insieme ai loro insegnanti, hanno riscoperto sapori e valori dell’agricoltura, imparato a riconoscere i prodotti di stagione e scoperto come si difende l’ambiente attraverso gli alimenti “a chilometri zero” e l’utilizzo di energie da biomasse. E’ questo il risultato del programma “Educazione alla Campagna Amica” promossa da Coldiretti Modena sul tema “No-strano, sì nostrano” per riportare i bambini a contatto con l’agricoltura e i prodotti del territorio.

Nella società contemporanea – spiega Coldiretti – la terra, gli animali e i prodotti agricoli costituiscono spesso realtà sempre più lontane, al punto che molti bambini non sanno in quale periodo matura l’uva o quando spuntano le fragole, perché sono abituati a trovarli nei supermercati tutto l’anno. Il progetto di Coldiretti già da anni entra nelle scuole di Modena e di tutta l’Emilia Romagna per illustrare ai ragazzi, in stretta collaborazione con gli insegnanti, come si produce un alimento, le caratteristiche di un prodotto, il territorio d’origine e la stagione di maturazione. E’ un sostegno importante di educazione alimentare anche per arginare il diffondersi dei bambini sovrappeso che secondo un’indagine di Merrill Lynch costituiscono in Italia il 36 per cento dei ragazzini attorno ai 10 anni. Un fenomeno comune in tutta Europa dove, sempre secondo Merrill Lynch, ci sono 14 milioni di giovani sovrappeso e 3 milioni di obesi.

Il programma triennale di Coldiretti Emilia Romagna, sulla scia della proposta di legge “Norme per orientare e sostenere il consumo dei prodotti agricoli regionali”, presentata in regione con il sostegno di 50 mila firme, ha lo scopo di insegnare agli alunni a riconoscere le produzioni di origine regionale, a riscoprire la stagionalità dei prodotti e a valutare l’importanza del consumo dei prodotti locali per ridurre l’inquinamento causato dal consumo del carburante necessario per i lunghi trasporti.

Come ogni anno i ragazzi hanno partecipato al concorso lanciato da Coldiretti Modena dimostrando di aver colto i vari aspetti del problema esponendo con testi, disegni, foto, filmati che interpretano con l’originalità e la creatività tipica dei bambini il loro punto di vista e le loro proposte.

L’attività di “Educazione alla Campagna Amica”, che è stata realizzata con il contributo finanziario del Programma Leader + dell’Emilia Romagna – GAL Antico Frignano e Appennino Reggiano – si concluderà mercoledì prossimo 30 maggio con la premiazione dei lavori e degli alunni. La festa si terrà nella splendida cornice del parco di Villa Sorra di Castelfranco Emilia: all’arrivo delle classi verrà distribuita la merenda a base di frutta fresca, seguirà la visita alla mostra degli elaborati e la rappresentazione “A tavola con la fattoria”. Al termine la premiazione del concorso.

[ratings]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

In evidenza

Potrebbe interessarti anche...

Gettare il sasso e nascondere la mano…

È un copione assai noto: c’è chi lancia pubblicamente un metaforico sasso, offendendo, insinuando, accusando… in modo voluto e inequivocabile, qualcuno e poi, vigliaccamente, nega

Appunti sulle Amministrative

ASTENSIONISMO All’appello dei votanti manca la metà degli aventi diritto… e stiamo parlando di votare per la propria città, non solo per la lontana Europa.