30° del Patto di gemellaggio fra i Comuni di Fiorano Modenese e Maranello con i Comuni di Ozieri, Ittireddu, Burgos e Bultei

Condividi su i tuoi canali:

None

 

Circolo Culturale “”Nuraghe”” di Fiorano Modenese (MO)

Una riflessione sulle vecchie e nuove migrazioni

 

Presso la sala riunione del Palazzo degli Uffici Tecnici del Comune di Fiorano Modenese, si è svolta questa mattina, martedì 16 ottobre 2018, l’incontro con la stampa per presentare “ La Celebrazione del 30° anniversario del Patto di gemellaggio fra i Comuni di Fiorano Modenese e Maranello con i Comuni di Ozieri, Ittireddu. Burgos e Bultei”.

Sono intervenuti il sindaco di Maranello Massimiliano Morini, il sindaco Francesco Tosi e l’assessore ai gemellaggi Morena Silingardi del Comune di Fiorano Modenese, il presidente del Circolo Nuraghe Mario Ledda.

Nei loro interventi Ledda ha sottolineato la necessità del convegno ‘Genti in movimento’, perché anche oggi la Sardegna continua ad essere terra di migrazioni, un fenomeno sempre presente, anche se nel tempo assume connotati e destinazioni diverse.

L’assessore Silingardi vede nella celebrazione del gemellaggio l’annuncio di qualcosa che continua ad avvenire: la volontà di incontro fra le comunità e di trovare percorsi condivisi di crescita comune.

Il sindaco Massimiliano Morini ricorda come il Circolo abbia un trentennale impegno non solo sul territorio e le eccellenze della Sardegna, ma anche sul tema dell’immigrazione, perché ieri come oggi le popolazioni di muovono e il rinnovo del patto di gemellaggio significa rinnovare quella sfida. Anche il sindaco Francesco Tosi vede nel tema delle migrazioni una sfida fondamentale che dovrebbe essere trattata in modo più ‘alto’ rispetto a quello a cui oggi assistiamo. Ha ricordato come Fiorano e Maranello abbiano le carte in regola per proporre una riflessione su questi argomenti perché costituiscono un territorio nel quale abitano persone che vengono da più di sessanta nazioni del mondo e praticamente da tutte le province italiane.

 

IL CONVEGNO

La celebrazione del 30° anniversario del Patto di gemellaggio è organizzata dal Circolo Nuraghe, dai comuni di Fiorano Modenese e Maranello, dalla Fasi e dalla Regione Sardegna. Prende il via sabato 20 ottobre con “”Genti in Movimento – Vecchi e Nuovi processi migratori””, convegno accolto all’Auditorium Enzo Ferrari di Maranello. Alle 9, dopo il saluto di Mario Ledda, Presidente del Circolo Nuraghe e di Massimiliano Morini, Sindaco Comune di Maranello, il dott. Claudio Cernesi coordina i lavori che si aprono con la proiezione di una sintesi del documentario ‘Il posto di chi arriva’, a cura del Laboratorio di storia delle migrazioni dell’Università di Modena e Reggio Emilia, presentato dal dott. Antonio Canovi.
Il prof. Vittorio Iervese, dell’Università di Modena e Reggio Emilia interviene su: “Altro che invisibili. Il paradosso delle immagini delle migrazioni”. Il prof.  Giovanni Solinas, dell’Università di Modena e Reggio Emilia interviene su “Migrazioni, benessere ed economia. Spunti di riflessione”, mentre il dott. Paolo Prandini, della Caritas della Diocesi di Modena affronta ‘Il contributo della Chiesa locale tra il magistero di papa Francesco e la complessità del contesto locale e globale’. Il convegno si conclude, entro le ore 13, con gli interventi ‘Sardegna, terra di emigrazione’, della dott.ssa Serafina Mascia, Presidente Fasi (Federazione Associazioni Sarde in Italia) e ‘Fiorano: l’immigrazione oggi’ del sindaco di Fiorano Modenese Francesco Tosi.

 

LA SERATA FOLK

Nella serata di sabato, dalle ore 19 alle ore 21, presso il Circolo Nuraghe a Villa Cuoghi, si esibiranno i gruppi folk ‘Boghes de Costera’ e ‘Gruppo Folk Foresta Burgos’.

 

LA MESSA CON IL CORO SARDO

Domenica 21 ottobre 2018, la Messa nella parrocchiale di Fiorano, delle ore 8 è accompagnata dal Coro Femminile di Bultei   ‘Boghes de Costera’.

 

LA CEREIMONIA ISTITUZIONALE

Alle ore 10, nella Sala delle Vedute del Castello di Spezzano, ci sarà l’incontro delle rappresentanze dei Consigli Comunali e la celebrazione del XXX anniversario del Patto di gemellaggio fra i Comuni di Fiorano Modenese e Maranello con i Comuni di Ozieri, Ittireddu, Burgos e Bultei.

In conclusione, indicativamente alle ore 11, nella corte del Castello si esibiscono il Coro ‘Boghes de Costera’ e il ‘Gruppo Folk Foresta Burgos’ ed è prevista la visita al Museo della Ceramica.

 

PRODOTTI SARDI

Domenica pomeriggio, dalle ore 15 fino a sera, in Piazza Ciro Menotti, saranno presentati e venduti prodotti sardi.

 

INCONTRO ALL’ASTORIA

Alle ore 17, nel Teatro Astoria, viene proiettato il video presentato all’inaugurazione del Percorso Sciola, che consente ai visitatori di Fiorano Modenese di incontrare le sue sculture all’aperto e i murales a lui dedicati.

Alle ore 17.30, il giornalista Alberto Venturi intervista i sindaci sottoscrittori del patto di gemellaggio nel 1988/1989 ed i sindaci attuali sulle motivazioni del gemellaggio e sui suoi sviluppi futuri. Dopo le interviste Tonino Mulas, presidente onorario Fasi, Michele Carta del Coordinamento Nazionale Giovani e Bastianino Mossa, componente Comitato Esecutivo Fasi, presentano i progetti regionali e nazionali dell’associazione. Le conclusioni sono affidate all’assessore ai gemellaggi, il vecesindaco Morena Silingardi e all’esibizione del Coro ‘Boghes de Costera’ e del gruppo di ballo ‘Gruppo Folk Foresta Burgos’.

[ratings]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

In evidenza

Potrebbe interessarti anche...

Leva obbligatoria

La politica italiana gioca ai soldatini senza nemmeno sapere le regole del gioco. La politica italiana conferma la sua impreparazione sui temi militari e questa