Giorno: Dicembre 23, 2014

448-111 23 dicembre 2014
Alex Scardina

I Mille verdi slavati

I nuovi Mille,  150 anni dopo,  sono ripartiti, ora indossano camicie verdi slavate e vogliono unire  nuovamente l’Italia, Roma a Pontida, i Terroni alla Padania.

Leggi tutto »
448-111 23 dicembre 2014
Massimo Nardi

Morire per Danzica…

Così si diceva una volta. Oggi si dice morire per la troika. Quando i poteri forti sono dietro l’angolo di casa tua.

Leggi tutto »
448-111 23 dicembre 2014
Paolo Danieli

L’Europa al bivio

Effettivamente mancano troppe cose a questa Europa. Manca di personalità autorevoli. Manca un’idea-forza unificante che supplisca alla carenza dell’elemento umano. Manca di un’entità statale. Manca della democrazia e del consenso. E non sono cose da poco. 

Leggi tutto »

Il Presidente che vorrei

 A due giorni dal Natale, la rubrica Opinioni a confronto è dedicata, come in una lettera a Babbo Natale, ad esprimere un desiderio,  sul successore di Napolitano

Leggi tutto »
448-111 23 dicembre 2014
Eugenio Benetazzo

Waiting for the crash

L’Eurozona potrebbe ritrovarsi tra un anno in piena stagnazione, complice la debolezza cinese ed insormontabili conflitti di governance interna di alcuni paesi come il nostro e la Francia che continuano a prendere tempo; un nuovo shock finanziario potrebbe produrre manovre di risanamento obbligate

Leggi tutto »
448-111 23 dicembre 2014
Francesco Saverio Marzaduri

Sam Peckinpah, magnifico perdente

Come sempre accade discutendo di figure controverse o polemiche, di Sam Peckinpah, genio, provocatore tormentato e   insofferente, si può dire di tutto e l’opposto di tutto. E se ne continua a dire a trent’anni di distanza dalla sua scomparsa.

Leggi tutto »
448-111 23 dicembre 2014
A.D.Z.

A proposito di riforme, impopolari e coraggiose…

Sarebbe ora che il Governo facesse  vere riforme, coraggiose e impopolari, sì… ma non impopolari per  l’elettorato, riforme non a danno dei cittadini, già vessati, spremuti oltre ogni limite, ma impopolari per i  privilegiati cialtroni che compongono la classe politica  e per la massa di manager pubblici, pagati in modo inversamente proporzionale alle capacità.

Leggi tutto »
In Evidenza

Articoli popolari