Giorno: Giugno 1, 2010

Bla…bla…bla…

Lucifero ripropone solenni proclami e i molti abbagli ad uso dell’elettore italiano per mezzo di notizie e rassicurazioni forse sperate o forse solo sognate.

Leggi tutto »

Maledetto Petrarca, Diario di un padre.

“Pagine memorabili del giornalismo italiano” Giovanni Mosca, giornalista e scrittore. In questo articolo ‘Come si riesca ad ottenere che i figli non fumino. Sono le quattro di mattina e ancora non è tornato’

Leggi tutto »

Nucleare? Si, grazie

“”…se noi vogliamo assicurare un futuro al Paese, creare le condizioni per una crescita economica sostenibile e garantire agli italiani un tenore di vita paragonabile a quello che hanno avuto nei decenni recenti, è necessario investire oggi per ridurre la nostra dipendenza dal petrolio…”” art. di R. Pelizzo

Leggi tutto »

Nucleare, sì, grazie…ma con un dubbio!

“”…Sono dalla parte del Nucleare …. ma con un dubbio! Le SCORIE. Dove buttiamo le scorie? In mare? Di certo NO!Sotto terra?Assolutamente NO!…”” Sullo stesso tema, con approfondimenti ulteriori e manifeste perplessità. art. di Giacomo Bianchi

Leggi tutto »

Sono arrivate le mamme dei quarantatré fratellini della morte

“Pagine memorabili del giornalismo italiano” Bice propone ai lettori un florilegio degli articoli scritti da alcuni Maestri del giornalismo italiano. Da come essi hanno descritto e interpretato l’avvenimento, emergono e ritornano alla luce pagine memorabili che narrano di eventi indimenticati e si scoprono, in altre pagine, avvenimenti ignorati o sepolti dalla coltre del tempo. Il tutto scritto con maestria inarrivabile.

Leggi tutto »

Polizia in Piazza

“”…i diritti di ogni cittadino, alla sicurezza, all’efficienza della Polizia, alla presenza sul territorio di uomini e mezzi in misura adeguata, sono messi gravemente in pericolo da tagli di spesa indiscriminati, che non eliminano sprechi, ma tolgono risorse ad un Comparto già in notevole difficoltà. “” art. di A.Z.

Leggi tutto »
In Evidenza

Articoli popolari

Gentilezza mal ripagata

Un gesto  di gentilezza, tenere aperto il portone  d’entrata del palazzo a chi segue … Le persone  educate lo compiono quasi automaticamente, non lascerebbero mai

Olimpiadi ma non in pace

Quando nell’antichità si svolgevano  le Olimpiadi, le guerre erano sospese da una tregua e quando Pierre de Coubertin volle riproporle nel mondo che si avviava