10.090 alberi tagliati…70 ettari di bosco disboscato per le pale di Beccati!

Condividi su i tuoi canali:

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su email
Condividi su print
Condividi su whatsapp
None

Il Sindaco di Montecreto ha uno strano concetto dell’ utilizzo delle energie rinnovabili, fra Faggi, Cerri, Noccioli, Carpino nero, Pini, Larici, Abetine e Castagneti, vuole tagliare 10090 alberi per “” piantare”” 4 pale eoliche per produrre elettricità!

L’ intervento di disboscamento del Monte Cervarola è un crimine ambientale di tale proporzione che danneggerà l’ ecosistema dell’ Appenino modenese senza portare i benefici che Beccati sostiene.

Quanta anidride carbonica scambiano in ossigeno 10.090 alberi in 20 anni che è la durata degli aereo generatori?

Solamente per la Strada dei Monti ne verrano tagliati 1214, per “” l’ areale di rispetto degli aereo generatori da mantenere privo di elementi vegetali di altezza inferiore a 4 metri dal piano di imposta dei medesimi””, deve essere disboscata un’ area di 53.000 metri quadri, per un totale di 8000 alberi, inoltre ci saranno 24.000 metri cubi di rocce  e altri materiali da lavorare in sito con dei frantoi.

Vicino al cantiere c’è già un frantoio che pare sia di un socio di Modena Capitale, che utilizzo si farà del materiale lavorato? Chi se lo tiene? Il rimanente degli alberi che verranno tagliati servono a fare spazio per l ‘elettrodotto.

Il Monte Cervarola è alto 1623 metri e le torri eoliche arriveranno fino a 1500 m. L’ Area vasta dell’ Appennino modenese è diviso in 5 ZPS – SIC che fanno parte della protezione delle Biodiversità del progetto europeo denominato Rete Natura 2000, inoltre a pochi metri dal Cervarola c’è il Giardino Botanico Esperia, gestito dal CAI ( Club alpino italiano) dal 1980. Pensiamo che sia utile per i Cittadini di Montecreto e dei Comuni dell’ Appennino modenese non dovere accettare una devastazione ambientale che non porterà nessun beneficio. E’ bene ricordare che tutta l’ Area vasta appenninica e sottoposta a vincoli idrogeologici, ambientali, storici e paesaggistici previsti dal PTR (Piano regionale territoriale) vigente e dal D.lgs 42/2004 e che le competenze sono delle Soprintendenze regionali.

 

Emilio Salemme

per le associazioni Ambientaliste: ENPA – Italia Nostra – LAC – LAV – LIPU – WWF

 

P.S. i dati sono rilevati dal rapporto ambientale del progetto eolico presentato dal Comune di Montecreto alla Provincia di Modena

[ratings]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

In evidenza

Potrebbe interessarti anche...